Torna domani 17 ottobre l'iniziativa "Dona la spesa", promossa da Coop

Carrello della spesa, prezzi su

Il cambiamento climatico è anche colpa di quello che acquistiamo al supermercato e di quanta attenzione mettiamo nel scegliere i prodotti tenendo a mente il binomio spesa e sostenibilità.

Cucinare ricette con ingredienti di stagione, ridurre il consumo di carne, ignorare la moda dei “superfood” che spesso incentivano la deforestazione e lo sfruttamento dei lavoratori: sono solo alcuni dei suggerimenti che possono aiutare a “fare del bene” non solo il nostro organismo ma anche quello ambientale.

Secondo un’indagine di Altroconsumo. condotta su un campione di 1.625 persone tra i 25 e i 74 anni, il 60% ha consapevolezza del fatto che le proprie abitudini alimentari impattino sul Pianeta. Tuttavia, solo il 25% fa particolare attenzione agli aspetti ambientali preferendo prodotti sostenibili dal punto di vista della produzione e dell’imballaggio.

Spesa e sostenibilità Infografica Altroconsumo
Infografica Altroconsumo

Il 55% degli intervistati dichiara di essere disposto a spendere di più per acquistare prodotti sostenibili e il 54% sostiene che il prezzo non è il principale criterio di scelta usato per gli acquisti.

Spesa e sostenibilità: marchi e loghi

L’indagine di Altroconsumo si concentra anche su marchi, loghi o slogan apposti sulle confezioni, che dichiarano di rispettare determinati criteri, dal bio al benessere animale, fino a Dop e Igp.

Su questo tema, un intervistato su due dice di tenere molto all’origine degli alimenti. Questi bollini, però, non sono automaticamente sinonimo di maggiore sicurezza e qualità e addirittura non sempre assicurano un legame stretto con il territorio. Un rischio che evidentemente viene percepito dai consumatori visto che per l’82% le autorità dovrebbero controllare meglio l’uso di loghi e slogan.

Nello specifico, per quanto riguarda gli alimenti bio il prodotto più gettonato sono le uova e l’olio (le sceglie il 41% degli intervistati) seguiti da verdura e legumi (29%) e dalla frutta (26%).

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)