Bip Mobile, Agcom sblocca portabilità

I clienti di Bip Mobile potranno riprendere le richieste di portabilità in uscita a partire dal 17 febbraio. Ma dovranno fare in fretta, se vogliono conservare il proprio numero di telefono: c’è tempo infatti fino al 15 marzo, perché il ripristino è frutto di una procedura di carattere straordinario che comporta un impegno di risorse da parte degli operatori telefonici. A intervenire sulla vicenda è stata l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni.

Bip Mobile ha lasciato “muti” i telefoni di circa 220 mila clienti a partire dalla fine di dicembre 2013, e da allora sono iniziati i problemi, legati alla necessità di garantire un elevato numero di operazioni di portabilità, tanto che l’Agcom a gennaio ha pubblicato una delibera in cui chiedeva di assicurare almeno 15 mila operazioni di portabilità al giorno. Ma le operazioni di portabilità sono state sospese verso la fine di gennaio, con la stima di circa 60 mila utenti di Bip Mobile rimasti “ostaggio” dell’azienda. Ora la novità: l’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha pubblicato un avviso nel quale “informa i clienti della Società Bip Mobile, ai quali è stato interrotto il servizio dal 30 dicembre 2013 e che hanno vista inibita la portabilità del numero verso altro operatore mobile, che è stata predisposta una procedura straordinaria e temporanea, con la collaborazione di Telogic Italia e di tutti gli operatori di servizi mobili, per consentire ai clienti della Bip Mobile S.p.A. che lo desiderino di mantenere il proprio numero cambiando operatore. La procedura sarà pienamente operativa a partire dal 17 febbraio 2014”.

L’Autorità spiega che gran parte dei clienti che ha già effettuato la richiesta di portabilità del proprio numero verso un altro operatore senza ancora averla ottenuta potrà ottenerla dopo il 17 febbraio senza ulteriori adempimenti. Precisa poi che “qualora la portabilità del numero non risultasse effettuata entro il 20 febbraio 2014, i clienti della Società Bip Mobile sono invitati a recarsi nuovamente presso il punto vendita dell’operatore mobile prescelto per rinnovare la richiesta”.

Il tempo a disposizione sarà però poco, proprio perché si tratta di un intervento a carattere eccezionale. “Poiché la procedura messa in campo riveste carattere straordinario e comporta un impegno di risorse addizionali da parte degli operatori, necessariamente limitato nel tempo, – spiega l’Agcom – si invitano i clienti di Bip Mobile che sono interessati a cambiare operatore conservando il proprio numero ma che non hanno ancora presentato richiesta di portabilità, ad effettuare tale richiesta entro  e non oltre il 15 marzo 2014”.

Più problematico appare, come era emerso sin dall’inizio, il riconoscimento del credito residuo. L’Agcom informa infatti che “la quasi totalità degli operatori mobili ha sospeso, in ragione della situazione venutasi a creare, l’accordo con la Società Bip Mobile in materia di trasferimento del  credito residuo”. Nonostante questo,  l’Autorità ha richiamato gli operatori “a fornire ai clienti della Società Bip Mobile interessati alla portabilità informazioni complete, chiare e trasparenti in merito al riconoscimento del credito residuo – anche attraverso l’offerta di bonus di traffico – da parte dell’operatore cui viene richiesta la portabilità o alle modalità di restituzione del credito residuo stesso da parte di Bip Mobile. Tali informazioni sono consultabili sui siti web di ciascun operatore”.

Comments are closed.