1. Skip to navigation
  2. Skip to content
  3. Skip to sidebar



Posts Tagged ‘mutui’

Mutui, Abi-Consumatori: rate sospese per 147 mila famiglie dal 2009 al 2016

lunedì, 20 marzo, 2017

Fra il 2009 e il 2016 sono 147.431 le famiglie che hanno sospeso il pagamento delle rate del mutuo per un totale di 14,8 miliardi di euro di debito residuo e 829 milioni di euro di liquidità messa a disposizione degli stessi nuclei familiari: questi i risultati delle iniziative che fanno capo al progetto “CREDIamoCi”, nato dalla comune collaborazione tra Abi e Associazioni dei Consumatori tra il 2009 e il 2016. (altro…)



Sisma Centro Italia, Cittadinanzattiva: aiuti su scuole, mutui e utenze

mercoledì, 15 marzo, 2017

Più partecipazione nella gestione della ricostruzione delle aree colpite dal sisma. Un intervento prioritario sulle utenze perché non siano addebitate quote fisse o costi di riattivazione; sui mutui, perché i termini di sospensione siano allungati; e sulle scuole che andranno ricostruite. Sono le richieste di Cittadinanzattiva per i cittadini che abitano nelle aree del Centro Italia colpite dagli ultimi terremoti. (altro…)



Mutui a tasso variabile, Antitrust accetta impegni di Unipol Banca

venerdì, 17 febbraio, 2017

Mutui a tasso variabile: l’Autorità Antitrust ha accolto gli impegni di Unipol Banca per le clausole floor ed Euribor negativo. Ci saranno un’integrazione della documentazione precontrattuale e contrattuale rivolta ai consumatori e, per alcuni (coloro che hanno sottoscritto un mutuo a tasso variabile dal 1° aprile 2015  al 30 settembre 2016) il riconoscimento di una somma straordinaria una tantum. (altro…)



Barometro Crif: nel 2016 domande di mutui a più 13,3%

lunedì, 23 gennaio, 2017

Il 2016 segna numeri in positivo per il credito alle famiglie: le richieste di nuovi mutui e le surroghe sono aumentate del 13,3% rispetto all’anno precedente, mentre la domanda di prestiti è aumentata del 7,4%. Sale un po’, dopo anni di flessione, l’importo medio dei mutui richiesti, che a dicembre si aggira sui 125 mila euro, mentre si attesta a circa 8400 euro l’importo medio dei prestiti richiesti, anch’esso in crescita rispetto al 2015 anche se distante dai quasi 9500 euro che venivano chiesti prima che la crisi economica mordesse. (altro…)



Rapporto ABI, a dicembre 2016 migliorano finanziamenti a famiglie e imprese

martedì, 17 gennaio, 2017

A fine 2016 i prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia ammontano a 1.807,7 miliardi di euro, una cifra nettamente superiore, di quasi 132 miliardi, all’ammontare complessivo della raccolta da clientela: 1.676,1 miliardi di euro. Secondo il Rapporto mensile ABI, nel mese di dicembre si conferma la prosecuzione in miglioramento della dinamica dello stock dei finanziamenti in essere a famiglie e imprese, con una crescita su base annua del +1,4%. (altro…)



Rapporto mensile ABI: migliorano finanziamenti a famiglie e imprese

mercoledì, 21 dicembre, 2016

A novembre 2016 i prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia ammontano a 1.814,5 miliardi di euro, una cifra nettamente superiore, di quasi 151 miliardi, all’ammontare complessivo della raccolta da clientela: 1.663,8 miliardi di euro. (altro…)



Assofin- Prometeia: cresce il credito al consumo, su i mutui immobiliari

martedì, 13 dicembre, 2016

Il mercato del credito alle famiglie è in ripresa. Aumenta il credito al consumo, trainato soprattutto dall’acquisto di auto e moto, si consolidano i prestiti personali e accelerano i mutui per l’acquisto di casa, mentre il bacino delle surroghe si sta riducendo. I dati dell’Osservatorio sul Credito Assofin, CRIF e Prometeia dicono che “nei primi nove mesi del 2016 si sono rafforzati i segnali di ripresa del mercato del credito alle famiglie già evidenziati durante i precedenti trimestri”. Il credito al consumo consolida la tendenza alla crescita  e segna più 17,5% nei primi nove mesi dell’anno, mentre c’è un aumento netto (più 34,9%) per i mutui immobiliari d’acquisto. (altro…)



CRIF: aumenta richiesta di mutui e surroghe. Importo medio: 125 mila euro

lunedì, 5 dicembre, 2016

C’è un generale ritorno d’interesse verso il mattone. A novembre aumentano le richieste di nuovi mutui e surroghe da parte delle famiglie italiane, con un più 13,2% rispetto allo stesso mese del 2015. Aumenta anche l’importo medio richiesto, che si attesta poco sopra i 125 mila euro: in aumento, anche se lontano dai record degli anni passati. Allo stesso tempo, c’è da considerare che molte richieste sono surroghe e hanno importi inferiori. I dati vengono dal sistema di informazioni creditizie di CRIF. (altro…)



Rapporto mensile ABI: a ottobre migliorano ancora prestiti e mutui

martedì, 15 novembre, 2016

A ottobre 2016 i prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia ammontano a 1.804,3 miliardi di euro, una cifra nettamente superiore, di oltre 142,5 miliardi, all’ammontare complessivo della raccolta da clientela: 1.661,7 miliardi di euro. (altro…)



Mutui, Abi: nuove Linee Guida su valutazioni immobiliari

lunedì, 17 ottobre, 2016

Massima trasparenza, certezza, economicità e opportunità di una più fluida erogazione creditizia: questi i principi base delle nuove Linee Guida Abi sulle valutazioni immobiliari utilizzate già da circa il 73% sportelli bancari, da tutti gli ordini e collegi rappresentativi dei professionisti abilitati alla valutazione, e da numerose società di valutazione immobiliare. “Valore di mercato, codice di condotta dei Periti, procedure e metodi di valutazione, metodo del confronto di mercato, metodo finanziario: questi e molti altri i principi che consentiranno di eseguire valutazioni degli immobili secondo parametri di chiarezza e trasparenza”.  (altro…)



Banca Popolare di Vicenza, arriva la maxi multa dell’Antitrust

martedì, 13 settembre, 2016

Maxi multa dell’Antitrust per Banca Popolare di Vicenza: dopo le pesanti denunce delle Associazioni dei consumatori arriva la sanzione di 4 milioni e mezzo per pratica commerciale scorretta. I consumatori – spiega l’Autorità – sono stati costretti nei fatti a diventare soci per ottenere un mutuo agevolato in modo da finanziare le operazioni di aumento di capitale sociale svolte nel 2013 e nel 2014. (altro…)



DDL Concorrenza, Fiaip: “Governo consegna mercato immobiliare alle banche”

lunedì, 25 luglio, 2016

Il Presidente Nazionale Fiaip Paolo Righi intervenendo oggi su LA7 a “L’Aria d’Estate”, ha criticato il DDL concorrenza nella parte in cui prevede l’ingresso di alcune banche nel settore immobiliare con il problema dei crediti deteriorati del sistema bancario. Righi ricorda che nel 2009 negli Usa l’amministrazione Obama, dopo il tracollo finanziario del 2008, ha vietato agli istituti di credito di essere proprietari di agenzie immobiliari, per evitare nuovi scandali stile Subprime. (altro…)



Bussola mutui CRIF: spread negativi ma la domanda di nuovi mutui cala

mercoledì, 20 luglio, 2016

Euribor e IRS ai valori minimi storici (IRS a 20 anni di poco superiore allo 0,7% ed Euribor 3 mesi a -0,29%) e politiche commerciali aggressive da parte delle principali banche continuano a creare anche nel secondo trimestre 2016 condizioni ottimali per privati e famiglie che intendono sottoscrivere un nuovo mutuo per l’acquisto della casa. (altro…)



Mutui, Avvocato UE: clausole di “tasso minimo” abusive, ma non retroattive

mercoledì, 13 luglio, 2016

Secondo l’avvocato generale della Corte di Giustizia UE, la limitazione temporale degli effetti della nullità delle clausole di “tasso minimo” inserite nei contratti di mutuo in Spagna è compatibile con il diritto comunitario. Gli interessi macroeconomici in gioco connessi alla diffusione dell’uso di tali clausole giustificano, segnatamente, questa limitazione. (altro…)



Abi: ad aprile 2016 mutui ancora in crescita e tassi ai minimi storici

martedì, 17 maggio, 2016

Ad aprile 2016 i prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia hanno raggiunto la cifra di 1.820,3 miliardi di euro, superiore di oltre 134 miliardi all’ammontare complessivo della raccolta (1.686,2 miliardi di euro). Sempre ad aprile il totale dei finanziamenti in essere a famiglie e imprese ha presentato una variazione vicina allo zero (-0,3%) su aprile 2015 e assai migliore rispetto al -4,5% di novembre 2013, quando aveva raggiunto il picco negativo ed è ritornato sui valori di aprile 2012. Sono i dati principali del bollettino mensile dell’Abi. (altro…)



Euribor ai minimi, AACC: perché le rate dei mutui a tasso variabile non scendono?

giovedì, 12 maggio, 2016

Vi ricordate che nel 2008, a causa della forte crescita dell’Euribor, le rate dei mutui a tasso variabile subirono un aumento incredibile?Oggi ci troviamo nella situazione opposta: il tasso Euribor è ai minimi storici, addirittura sotto lo zero (Euribor a 1 mese -0,35, Euribor a 3 mesi -0,26, Euribor a 6 mesi -0,14). Le rate dei mutui a tasso variabile che non abbiano previsto nelle clausole contrattuali appositi pavimenti e tetti (“floor” e “cap”), dovrebbero portare in riduzione l’Euribor negativo. Ma molti istituti bancari non lo stanno facendo, nonostante diversi “inviti” da parte di Bankitalia e ABI. Secondo i calcoli di Federconsumatori e Adusbef, in questo modo, le banche percepiscono una rata più alta del 2-3% rispetto a quanto dovuto. (altro…)



Decreto mutui, UNC: Bankitalia e Mef coinvolgano le associazioni dei consumatori

lunedì, 9 maggio, 2016

Un incontro con la Banca d’Italia e con il Ministero dell’Economia. È questa la richiesta dell’Unione Nazionale dei Consumatori, avanzata in vista della stesura dei due provvedimenti attuativi necessari per poter completare il processo che recepisce la direttiva Ue del 2014 riguardante i mutui e l’inadempienza dei clienti. “Un fatto positivo, se sarà ascoltata la voce dei consumatori”, dichiara Massimiliano Dona, segretario nazionale dell’associazione. (altro…)



Mutui a tasso variabile, Confconsumatori: rimborsi in vista

venerdì, 29 aprile, 2016

Da un anno i tassi interbancari, tra cui l’Euribor, hanno registrato cali importanti e, di conseguenza, chi ha un mutuo a tasso variabile avrebbe dovuto pagare di meno. Ma quando si ha a che fare con le banche non si è mai tranquilli. Infatti Bankitalia ha rilevato “ipotesi in cui gli intermediari hanno neutralizzato l’erosione dello spread derivante dal valore negativo del parametro, attribuendogli valore pari a zero”. Ciò ha determinato l’applicazione di tassi d’interesse non allineati con le previsioni contrattuali. Confconsumatori: si apre la strada ai rimborsi. (altro…)



Mutui, Confconsumatori: attenzione al tasso minimo sui variabili. Possibili rimborsi

mercoledì, 27 aprile, 2016

Occhio al tasso minimo sui mutui variabili. In alcuni casi sono stati applicati interessi non allineati con le previsioni contrattuali e il risultato, in pratica, è che chi ha stipulato un mutuo a tasso variabile non ha pagato di meno, quando invece avrebbe potuto. La denuncia è di Confconsumatori che ricorda come ai primi mesi del 2015 si sia registrata una sensibile diminuzione dei principali tassi del mercato interbancario, tra i quali l’Euribor. Di conseguenza, chi ha stipulato un mutuo a tasso variabile avrebbe dovuto pagare di meno. Circostanza che in alcuni casi non si è verificata. (altro…)



Mutui per giovani precari, Altroconsumo: banche ignorano Fondo di garanzia

lunedì, 4 aprile, 2016

Ottenere un mutuo per una coppia di giovani precari non dovrebbe essere un’impresa impossibile: c’è un Fondo di garanzia statale ad hoc destinato a loro. Il problema è che viene ignorato dalle banche, che non rinunciano però a rifilare polizze e conti. Altroconsumo ha condotto un’inchiesta su oltre 60 istituti di credito: la maggior parte ignora l’esistenza del fondo. Chi invece lo conosce lo concede solo ad alcune condizioni (scorrette) ovvero se si apre anche un conto corrente o se si acquistano polizze vita o casa. (altro…)



Barometro CRIF: domanda di mutui va su ma si ferma a 123 mila euro

lunedì, 4 aprile, 2016

Nel primo trimestre di quest’anno la domanda di mutui da parte delle famiglie aumenta complessivamente del 31%, sostenuta dalle condizioni favorevoli offerte e dalle surroghe. Allo stesso tempo, le richieste di mutuo delle famiglie sono caratterizzate da importi sempre contenuti – in media pari a circa 123 mila euro, un dato molto distante dai quasi 140 mila euro del 2010 – e da piani di rimborso lunghi, tanto che oltre i due terzi delle richieste di mutuo prevede una durata superiore ai 15 anni. I dati sono quelli dell’ultimo aggiornamento del Barometro CRIF. (altro…)



Rapporto mensile ABI: a febbraio migliorano prestiti e mutui ma raccolta in calo

martedì, 15 marzo, 2016

Nel mese di febbraio le banche italiane hanno prestato 150 miliardi di euro in più di quello che hanno raccolto dalla loro clientela. Nel Rapporto mensile di ABI si legge infatti che l’ammontare dei prestiti erogati è stato pari a 1.826,8 miliardi, contro i 1.678,2 miliardi raccolti. (altro…)



Mutui, CRIF: a febbraio sale domanda famiglie, importo a 122 mila euro

lunedì, 14 marzo, 2016

A febbraio continua a essere positiva la domanda di mutui da parte delle famiglie, che aumenta di oltre il 30% su base annua, e si registra anche una piccola ripresa dell’importo medio richiesto, pari a circa 122 mila euro: questo continua a essere piuttosto basso, specialmente se confrontato con gli anni precedenti la frenata del settore, ma in leggero aumento rispetto al picco più basso rilevato a gennaio. I dati vengono dal consueto Barometro Crif sui mutui. (altro…)



Fondo garanzia prima casa, Abi: boom di mutui

lunedì, 7 marzo, 2016

Dal Fondo garanzia prima casa è boom di mutui, con oltre 539 milioni di euro di nuovi mutui garantiti fra febbraio 2015 e febbraio 2016: è quanto comunica l’Associazione bancaria italiana (Abi) sottolineando che “il Fondo rappresenta un fondamentale esempio di collaborazione tra banche e Istituzioni, a disposizione delle famiglie che aspirano ad acquistare l’abitazione principale”. L’obiettivo è continuare a favorire l’accesso ai mutui attraverso una dotazione da 550 milioni di euro che potrebbe garantire finanziamenti potenziali per 12-15 miliardi di euro. (altro…)



Mutui: casa andrà alle banche dopo 18 rate non pagate

venerdì, 4 marzo, 2016

La casa potrà essere pignorata e venduta dalla banca dopo 18 rate di mutuo non pagate e non dopo 7 rate. La norma non sarà retroattiva e non si applicherà alle surroghe, e la clausola di inadempimento sarà facoltativa. La valutazione della casa dovrà essere fatta da un perito indipendente e il consumatore dovrà essere assistito da un esperto di sua fiducia. Sono le principali novità annunciate sul contestato decreto legislativo che recepirà la direttiva europea sui mutui. (altro…)