Come valutare il tuo immobile: 5 consigli utili (fonte immagine Pixabay)

Se stai pensando di vendere casa, o se sei semplicemente curioso e vorresti sapere quanto varrebbe sul mercato immobiliare di oggi, ci sono alcune piccole strategie che possono aiutarti. In questo articolo, quindi, scopriremo insieme come valutare un immobile, prendendo in esame tutti gli aspetti più importanti.

Fare una ricerca dei prezzi per zona

Per valutare il valore della tua casa, ti consigliamo di iniziare con una ricerca sui prezzi degli immobili in vendita nella tua zona. Questo ti darà un’idea di quanto gli acquirenti sono disposti a pagare nel tuo quartiere, e ti aiuterà a valutare un possibile prezzo di partenza corretto per la tua casa. Ovviamente si tratta di un primo punto importante, ma non definitivo, perché ci sono molti altri aspetti che incidono sul valore di un immobile.

Ottenere una valutazione professionale

Una volta che ti sarai fatto un’idea generale del mercato nella tua zona, è il momento di ottenere un parere di tipo professionale. Potresti ad esempio pensare di richiedere le valutazioni gratuite degli immobili concesse da alcune piattaforme online, rapide e con risposte molto precise, che tengono conto di fattori come l’ubicazione, il tipo di casa, la metratura e molto altro ancora. In alternativa, è possibile ingaggiare un esperto, invitarlo a casa e fargli svolgere la propria perizia. Di contro, questa operazione ha un costo non indifferente, con una spesa intorno ai 400 euro.

Verificare le condizioni strutturali della casa

Durante il processo di valutazione, è probabile che vengano rilevate alcune “noie” che potrebbero incidere negativamente sul prezzo potenziale. Facciamo ad esempio riferimento alla necessità di ristrutturare alcuni ambienti, come la cucina o il bagno, e la presenza di una classe energetica non ottimale, che causa un aumento dei consumi in bolletta per via degli sprechi energetici. Ognuno di questi elementi richiede un intervento diretto da parte tua, con una conseguente spesa economica, o l’accettazione di un prezzo più basso in sede di vendita.

Considerare l’aspetto e il design dell’immobile

La prima impressione è importante, anzi, è decisiva, perché spesso gli acquirenti ragionano “di pancia” seguendo la regola del colpo di fulmine. Dunque è fondamentale curare sin nei minimi dettagli aspetti come l’estetica delle facciate e l’eleganza del giardino, o degli altri spazi esterni. Ovviamente questa regola vale anche per gli interni della casa, dal soggiorno alla cucina, passando per le camere da letto. Purtroppo basta un solo dettaglio stonato per rovinare l’intera sinfonia, come le tegole rotte o le pareti macchiate.

Numero delle stanze, servizi e metratura

Quando si valuta l’immobile, è utile considerare quante stanze sono presenti, e lo stesso discorso vale anche per i servizi, come il bagno e la lavanderia. A livello di prezzo e di valore economico può fare una differenza enorme anche la presenza eventuale di un garage, per ovvi motivi. Altri fattori obiettivi che incidono sul valore di un immobile sono la metratura e l’ubicazione della casa. Per farti qualche esempio concreto, un appartamento piccolo in un quartiere di lusso potrebbe valere molto di più di una casa grande in un quartiere non al top.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Parliamone ;-)