Un grande amore e niente più è ciò che lega gli italiani ai loro animali domestici. Talmente grande l’affetto che lega il padrone all’amico a quattrozampe che quest’estate ben il 51% dei proprietari di cani, gatti &Co. ha rinunciato alle vacanze pur di non lasciarlo da solo in casa.

Ma non finisce qui. Un sondaggio effettuato da Amazon su 1.500 proprietari di animali domestici rivela che si è davvero disposti a tutto pur di rendere felice il proprio pet.

 

Animali domestici, "confidenti" dei loro padroni
Animali domestici, “confidenti” dei loro padroni

 

Qualche esempio? Nel 64% dei casi la classica cuccia è stata più comodamente sostituita dal letto del padrone. Cani e gatti (ma probabilmente anche canali e pesci rossi) diventano spesso i confidenti dei segreti più intimi dei loro amici umani che passano in media 31 minuti a raccontare avventure e disavventure al proprio cucciolo. Esiste poi anche un piccolo gruppo disponibile a convivere con le allergie (15%) o a cambiare casa (13%).

Il compleanno dell’animale domestico diventa un momento di festa e un’occasione per qualche coccola in più per 2 padroni su 3 e, tra questi, l’83% lo festeggia regalando cibo mentre il 55% regala dei giocattoli e il 18% fa creare una torta appositamente per il cucciolo di casa.

I proprietari di animali domestici spendono in media 47,14€ al mese per i propri amici a quattro zampe e uno su quattro (25%) paga un fotografo per avere uno scatto professionale con loro. Le fotografie diventano anche utili per i social media: il 16% ha creato un account ad hoc per il proprio amico a quattro zampe.

Al di là di vizi che si concedono ai quattrozampe, ciò che è certo è che l’affetto del proprio cucciolo ha un’influenza positiva sulla salute mentale del padrone e il 57% ritiene che lo abbia riavvicinato al proprio partner o alla famiglia.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)