Errore nel calcolo dei consumi, Codici Lombardia: azzerato il debito di 35 mila euro di un utente

Errore nel calcolo dei consumi, Codici Lombardia: azzerato il debito di 35 mila euro di un utente (foto Pixabay)

Dopo oltre otto mesi si è conclusa positivamente la una vicenda di un consumatore con un debito da oltre 35 mila euro, causato da errore nel calcolo dei consumi. A darne notizia è l’associazione Codici Lombardia.

Errore nel calcolo dei consumi, la vicenda di un consumatore lombardo

“Non è stato facile – dichiara Davide Zanon, Segretario Regionale di CODICI Lombardia – ma ce l’abbiamo fatta. Tutto è iniziato con la ricezione di una fattura da 16mila euro per la fornitura gas di un’azienda; una cifra esorbitante se si pensa che la fornitura rimane chiusa per la maggior parte dell’anno. L’utente si è rivolto alla nostra Associazione presso lo Sportello di Gudo Visconti per una verifica dei costi inseriti e da subito ci siamo accorti che i conti non tornavano. Ci siamo quindi rivolti sia al fornitore che al distributore di zona, il quale ha provveduto prontamente a rettificare i consumi“.

“Tuttavia, i tempi di emissione della nota di credito da parte del fornitore si sono protratti a tal punto che si è reso necessario, oltre all’avvio di una conciliazione presso l’Autorità ARERA, richiedere l’intervento diretto di un nostro legale per far valere i diritti della società davanti al Giudice”.

“Il comportamento della società ci ha lasciato l’amaro in bocca – commenta Zanon – in quanto, in un periodo di difficoltà economica come quello di questi anni post pandemia e di guerra, si è dimostrata ostile di fronte ad una situazione di palese ragione per il consumatore, che avrebbe potuto addirittura rischiare di far chiudere un’azienda familiare aperta da decenni. Ma tutto è bene ciò che finisce bene. Ribadiamo a tutti i consumatori, domestici o business, di prestare massima attenzione alle bollette: non è sufficiente guardare il costo finale della bolletta, bisogna vedere a cosa sono dovuti i costi richiesti. In caso difficoltà è essenziale chiedere chiarimenti, anche se spesso ci si scoraggia di fronte alla difficoltà di comunicazione con le società.”


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

Parliamone ;-)