Prodotti di erboristeria e cosmetica naturale, le nuove tendenze a SANA 2022

Prodotti di erboristeria e cosmetica naturale, le nuove tendenze a SANA 2022 (Fonte immagine: Pixabay)

Prodotti di erboristeria e cosmetica naturale, le nuove tendenze a SANA 2022

Secondo un’indagine presentata a SANA 2022, nell’ultimo anno il 66% dei consumatori tra i 18 e i 65 anni ha acquistato almeno un prodotto in erboristeria. Fiducia nell’erborista e garanzia di qualità del prodotto i fattori vincenti, ma il prezzo è considerato un po’ elevato

Il settore del biologico e del naturale è in continua espansione, dai prodotti alimentari, alla cosmetica, ai prodotti acquistabili in erboristeria: tutto questo è stato oggetto di approfondimento a SANA 2022, che ha dedicato uno spazio anche alle nuove tendenze nelle abitudini di acquisto dei consumatori.

SANA 2022, i consumatori si fidano dell’erboristeria

In Italia i consumatori considerano l’erborista un professionista esperto e di fiducia, premiano le consulenze specialistiche e apprezzano l’assortimento dei prodotti: è quanto emerge della prima ricerca sulle abitudini di consumo degli italiani in questo campo, realizzata da Nomisma per SANA-La Via delle Erbe, rassegna sulla fitoterapia organizzata dalla rivista l’Erborista (Gruppo Tecniche Nuove) al Salone internazionale del biologico e del naturale.

Secondo la ricerca, nell’ultimo anno il 66% dei consumatori tra i 18 e i 65 anni ha acquistato almeno un prodotto in erboristeria. Di questi, più di uno su tre acquista abitualmente almeno 2/3 volte al mese. E la maggior parte dei clienti entra per comprare tè e tisane, integratori alimentari e prodotti cosmetici per la cura della pelle e dei capelli.

I consumatori ritengono, infatti, che l’erboristeria è garanzia di qualità (36%), consente di trovare prodotti naturali per la cura della persona e della casa (42%) e ha un ottimo rapporto qualità/prezzo (24%). In particolare, la metà degli intervistati ha fiducia nell’erborista, il 38% lo considera un professionista esperto.

Non solo, i consumatori apprezzano in particolar modo alcuni aspetti della relazione che si crea con il proprio negozio di fiducia: la cortesia del personale (87%), la qualità dei prodotti (85%) e l’assortimento di cosmetici naturali (69%); seguono l’assortimento di integratori (65%) e la consulenza specialistica (63%). Infine, l’assortimento di tutti gli altri prodotti, dagli alimenti naturali ai fitoterapici (61%).

Punto a sfavore per via del prezzo, giudicato dalla maggioranza degli intervistati un po’ elevato. I consumatori chiedono, inoltre, di poter acquistare online dal sito dell’erboristeria stessa. “Un dato molto interessante – si legge nell’indagine – che dimostra che il rapporto fiduciario con il proprio negozio vale anche nell’ambiente digitale”.

 

cosmetica naturale

 

I desideri dei consumatori

I consumatori intervistati rivelano anche cosa cercano nell’erboristeria del futuro: al primo posto la consulenza di un naturopata (38%), seguono la collaborazione con agricoltori/produttori della zona (37%) e la creazione personalizzata di cosmetici e profumi (35%).

Inoltre più di 9 su 10 sentono il bisogno di avere una conoscenza più robusta e consapevole della materia su tutti gli ambiti sondati: fitoterapia, cosmesi naturale, aromaterapia e interazione tra farmaci e piante officinali.

SANA 2022, cresce la cosmetica naturale e sostenibile

Al Salone Internazionale del biologico e del naturale si è parlato anche di nuove tendenze nel settore della cosmetica. Secondo i dati presentati dal Centro Studi Cosmetica Italia, la domanda di prodotti a connotazione naturale e sostenibile è un trend in costante crescita in questo settore.

In particolare, sono state individuate due aree: da un lato i cosmetici a connotazione naturale/biologica (caratterizzati da elementi grafici o testuali che ne comunicano la connotazione naturale/biologica, in linea con la composizione formulativa, ossia con la presenza di un alto numero di ingredienti biologici o di origine naturale); dall’altro i cosmetici con connotazione di sostenibilità ambientale/green (caratterizzati da elementi grafici o testuali che ne comunicano la connotazione di sostenibilità ambientale/green in ambiti che possono riguardare tutto il suo ciclo di vita e/o le politiche corporate dell’impresa verso la sostenibilità ambientale, sociale, economica).

Analizzando i consumi di cosmetici a connotazione naturale e sostenibile in Italia, nel 2021, emerge che un quarto del mercato sia costituito proprio da questi prodotti, per un valore superiore ai 2,6 miliardi di euro.

In particolare, è la grande distribuzione a registrare la maggior parte degli acquisti di cosmetici a connotazione naturale e sostenibile (40%); seguono le farmacie e parafarmacie (14,8%) e le erboristerie (14,2%). Considerando invece la ripartizione degli acquisti per famiglie di prodotto, i prodotti per il viso e per il corpo coprono il 41,1% dei consumi di cosmetici a connotazione naturale e sostenibile; al secondo posto i prodotti per l’igiene personale (corpo, bocca e bambini), con una quota del 14,9%, e al terzo il make-up e i prodotti per le mani (10,8%).


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

 

Parliamone ;-)