Le vacanze di Pasqua si avvicinano e puntualmente i prezzi dei carburanti aumentano. Adiconsum sul piede di guerra, chiede un intervento del Governo. “All’approssimarsi delle festività, natalizie o pasquali che siano, ogni volta assistiamo all’inspiegabile aumento dei prezzi dei carburanti – dichiara Pietro Giordano, Presidente nazionale di Adiconsum  – ed ogni volta assistiamo impotenti a questi aumenti ingiustificati che ricadono sulle tasche dei consumatori”.

“Così come veniamo a conoscenza di riunioni di tavoli tra Governo-compagnie petrolifere e distributori che parlano di carburanti, solo dopo che la riunione è avvenuta – aggiunge Giordano  – I carburanti rappresentano una voce importante del bilancio delle famiglie ed è quindi indispensabile la presenza delle Associazioni Consumatori ai Tavoli istituiti presso il Ministero dello Sviluppo. Bisogna uscire dalla vecchia logica che considera l’auto un bene di lusso. L’auto, anche a causa della flessibilità del mondo del lavoro e della scarsa efficienza della rete dei trasporti pubblici, è diventata, invece, ormai in molti casi l’unico mezzo per raggiungere il posto di lavoro”. Adiconsum chiede al Governo di aprire i Tavoli anche alle Associazioni dei consumatori del CNCU.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)