Dal Tribunale del Lavoro di Massa è arrivata un’interessante sentenza contro una grande compagnia petrolifera (la Shell) che ha imposto al distributore di applicare prezzi più alti rispetto a quelli praticati da una pompa vicina e gestita da una società controllata dalla stessa Shell. Il giudice ha riconosciuto l’ “abuso di dipendenza economica”. Ora la compagnia dovrà abbassare subito i prezzi, con immediati benefici per gli automobilisti.
“È una sentenza storica – dichiara Pietro Giordano, Presidente nazionale di Adiconsum – quella emessa dal Tribunale del Lavoro di Massa che, su richiesta di un gestore, ha ordinato ad una compagnia petrolifera olandese di abbassare i prezzi imposti al distributore. È tempo – prosegue Giordano – che si liberalizzi veramente il settore, sottraendolo alla morsa delle compagnie petrolifere e varando un piano di razionalizzazione degli impianti in grado di promuovere una sana concorrenza e di abbattere i costi del carburante sia per i consumatori che per i gestori.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)