Seggiolino auto anti-abbandono, in ritardo la norma

Seggiolino auto anti-abbandono, in ritardo la norma

Il 1° luglio 2019 sarebbe dovuta essere la data a partire dalla quale tutti i seggiolini auto avrebbero dovuto essere dotati di un sistema atto ad evitare che i bambini vengano dimenticati in auto.

Tuttavia la norma tecnica solo da poco è tornata dal vaglio della Commissione Europea. In questo momento dunque, presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, è in corso la riformulazione del testo, cui dovrà seguire anche il parere del Consiglio di Stato.

Solo a questo punto potrà essere pubblicato il decreto attuativo da parte dello stesso Ministero, che entrerà definitivamente in vigore trascorsi altri 120 giorni. Secondo il parere degli esperti, la normativa non troverà attuazione prima della fine del prossimo novembre.

Ministero dei trasporti vaglia la norma sui seggiolini anti-abbandono
Ministero dei trasporti riformula la norma sui seggiolini anti-abbandono

Ciò è confermato anche da una circolare del Ministero dell’Interno dello scorso 3 luglio:

“… in assenza della norma tecnica che definisca le caratteristiche tecnico-costruttive e funzionali del dispositivo anti abbandono di cui devono essere equipaggiati tutti i seggiolini utilizzati da bambini di età inferiore a quattro anni, il Dicastero dei Trasporti ha comunicato che non potrà essere richiesto all’utenza di adempiere ad un obbligo ancora privo del suo contenuto essenziale”, e pertanto: “… la violazione dell’obbligo previsto non può essere oggetto di sanzioni da parte degli organi accertatori …”.

Acquistare un seggiolino ora o aspettare?

I seggiolini attualmente in commercio, quindi, sono privi dell’omologazione tecnica, inoltre non c’è alcuna garanzia che questa giunga in un secondo momento.

Un fatto che solleva ancora una volta tutta una serie di dubbi: che cosa succede in caso di incidente se il seggiolino utilizzato è omologato ma il dispositivo aggiuntivo con funzione anti-abbandono non lo è? Sono da escludere eventuali interazioni tra i due sistemi? Inoltre: su chi ricade la responsabilità legale nel caso in cui dovessero sorgere dei problemi?

Per tutti questi motivi il nostro consiglio, prima di acquistare un dispositivo aggiuntivo o un sistema integrato (attualmente ne esistono solo pochissimi modelli, proprio perché nessuno può ancora sapere quali saranno esattamente i requisiti tecnici), è quello di aspettare finché non sia in vigore la normativa definitiva. 

Per quanti siano costretti ad acquistare ora un seggiolino auto, una soluzione provvisoria, meno dispendiosa potrebbe essere quella di acquistare un seggiolino di seconda mano.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)