alluvione

I danni del cambiamento climatico

Crolla un altro viadotto autostradale, metà del Paese è sotto l’acqua, frane, smottamenti, esondazioni ed alluvioni hanno colpito duramente non solo Venezia ma un innumerevoli località determinando l’isolamento di interi paesi.

È questa la conta dei danni dell’ultima ondata di maltempo che ha messo in ginocchio Genova e la Liguria in genere, Torino con il esondazione del Po, la Campania. E l’elenco potrebbe durare a lungo.

 

alluvione inondazione

 

“Quando invece di promesse vedremo partire, nero su bianco ed operai al lavoro, un vero piano d’intervento contro il dissesto idrogeologico?”, se lo chiede Konsumer Italia che aggiunge anche altri interrogativi: “Quando la prevenzione prenderà il posto dell’intervento d’urgenza in cui si mette a rischio la vita dei soccorritori quanto quella dei soccorsi? Per quanto potremo contare sullo spirito di abnegazione e sacrificio delle nostre forze di protezione civile e dell’ordine?”

La risposta, dice l’associazione, sarà che mancano i denari. “Ed allora che cosa si aspetta per mettere all’ordine del giorno la proposta di Legge Rostan?”.

L’approvazione della legge sull’obbligatorietà di assicurazione per danni catastrofali libererebbe oltre 2 miliardi di euro l’anno, sicuramente pochi per i problemi del Paese, ma sufficienti per iniziare un percorso mai avviato e necessario all’Italia per non essere sempre un Paese in emergenza, oltretutto si concretizzerebbe un’operazione di giustizia sociale in cui solo chi ha patrimonio immobiliare pagherebbe, tra l’altro una quota minima, e non tutti indifferentemente attraverso la fiscalità generale.

Konsumer Italia chiede al governo di far propria la proposta di legge, altrimenti sia il Parlamento ad assegnare rapidamente la proposta in Commissione dando un iter preferenziale alla sicurezza del territorio e dei cittadini.

 

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)