Secondary ticket, niente multa a Viagogo

Concerti e secondary ticketing

I siti internet che vendono a prezzi maggiorati biglietti di concerti ed eventi vanno oscurati con la massima velocità, per evitare il reiterarsi di illeciti a danno dei consumatori.

Lo afferma il Codacons, associazione che più volte ha denunciato il fenomeno del “secondary ticketing” ottenendo l’apertura di un processo penale e una sanzione dell’Antitrust nei confronti degli operatori scorretti.

«Il biglietto nominale è senza dubbio un valido strumento per arginare il “secondary ticketing”, ma le altre misure, dall’oscuramento dei siti internet alla rimozione dei contenuti, devono essere applicate in modo celere perché, in caso contrario, si rendono del tutto inutili» – spiega il presidente Carlo Rienzi.

«In tal senso è necessario apportare modifiche alla normativa di riferimento, affinché Agcom e Polizia Postale possano intervenire prontamente per oscurare da subito i siti internet che speculano sui consumatori vendendo biglietti a prezzi maggiorati. Tali illeciti, infatti, vanno interrotti quando sono ancora in essere, per tutelare gli utenti ed evitare che i reati vengano reiterati nella più totale impunità» – conclude Rienzi.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)