Trasporti, tutela dei passeggeri e degli utenti nella decima Relazione Annuale dell'Autorità

Trasporti, tutela dei passeggeri e degli utenti nella decima Relazione Annuale dell'Autorità (foto Pixabay)

Il Presidente dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti, Nicola Zaccheo, ha presentato oggi, al Parlamento, la decima Relazione Annuale ART. Una presentazione che precede di pochi giorni il decimo anniversario della costituzione dell’Autorità (17 settembre).

Un’occasione – ha dichiarato Zaccheo – per “evidenziare i risultati conseguiti, in questi anni, dall’azione regolatoria dell’Autorità, soprattutto nel garantire, per citare le aree principali di intervento, condizioni di accesso equo e non discriminatorie alle infrastrutture, il contenimento dei costi per gli utenti, le imprese e i consumatori, la trasparenza e la competitività per le imprese dei trasporti, l’efficienza produttiva delle gestioni, la qualità dei servizi, la tutela dei diritti degli utenti e dei passeggeri”.

 

 

Relazione Annuale Trasporti: azioni per la tutela dei passeggeri e degli utenti

Tra i temi affrontati dal Presidente Zaccheo nella sua Relazione annuale vi è anche quello dei diritti dei passeggeri e degli utenti, con particolare riguardo all’ampliamento delle garanzie come “obiettivo strategico di questa Consiliatura”.

“All’Autorità – ha ricordato Zaccheo – sono attribuite anzitutto le funzioni di organismo nazionale (National Enforcement Body – NEB) responsabile dell’esecuzione dei regolamenti europei in materia di diritti dei passeggeri nel trasporto ferroviario, con autobus, via mare e per vie navigabili interne“. Inoltre “l’Autorità svolge ulteriori funzioni di regolazione ex ante, tra le quali il compito di definire il contenuto minimo degli specifici diritti che gli utenti possono esigere nei confronti dei gestori dei servizi e delle infrastrutture di trasporto“.

Per quanto riguarda l’applicazione dei regolamenti europei in materia di diritti dei passeggeri – ha ricordato Zaccheo – “è proseguita l’attività di vigilanza, nella quale l’Autorità non si è limitata alla mera adozione di provvedimenti di tipo afflittivo, spesso poco efficaci anche per via, come più volte già denunciato, della sostanziale irrisorietà delle sanzioni, ma anche promuovendo, presso i soggetti regolati, iniziative volte a consentire, anche in via di volontaria adesione, le tutele previste dall’ordinamento”.

Al riguardo, ha segnalato “che la recente entrata in vigore del nuovo Regolamento (UE) n. 782/2021 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 aprile 2021, relativo ai diritti e agli obblighi dei passeggeri nel trasporto ferroviario, ha offerto l’occasione per una revisione complessiva della materia, con la quale si è proceduto all’adeguamento della normativa interna. In tale sede sono state pienamente accolte le segnalazioni formulate dall’Autorità, rafforzandone i poteri sanzionatori e, per tale via, l’effettività della tutela dei diritti in questione”.

Zaccheo ha sottolineato, quindi, “l’auspicio che si proceda analogamente anche negli ambiti del trasporto via mare e stradale“.

Il presidente ART ha ricordato, inoltre, “l’ulteriore innovazione apportata” alla tutela del consumatore, “grazie alle attribuzioni derivanti dalla legge annuale per il mercato e la concorrenza; ossia l’introduzione della disciplina di prima attuazione della procedura per la risoluzione non giurisdizionale delle controversie (Alternative Dispute Resolution – ADR)”.

Sempre nell’ambito della tutela del consumatore, Zaccheo ha ricordato il “protocollo di intesa sottoscritto con l’AGCOM, con il quale sono state disciplinate le modalità attraverso le quali altri soggetti possono divenire organismi ADR in questo settore”. Inoltre è stato istituito il ““Servizio conciliazioni ART”, che si avvale di una specifica piattaforma informatica, Conciliaweb, operativa da aprile scorso, dedicata alla presentazione delle istanze di conciliazione e allo svolgimento delle relative procedure”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy

 

 

Parliamone ;-)