Dentix, l'Antitrust sanziona la società per 1 milione di euro

Dentix, l'Antitrust sanziona la società per 1 milione di euro

L’Antitrust ha condannato, in solido, Dentix Italia s.r.l. e Dentix Health Netherlands B.V. per pratica commerciale scorretta, comminando una sanzione di 1 milione di euro.

L’Unione Nazionale Consumatori ricorda che “la catena di cliniche odontoiatriche, dopo aver chiuso per l’emergenza Covid, era sparita dalla circolazione senza alcun preavviso”.

Dentix, le pratiche scorrette rilevate dall’Antitrust

Il procedimento dell’Autorità rigarda le condotte poste in essere dalla società Dentix in relazione alla presentazione, sul sito www.dentix.it/com e mediante volantini, dei servizi offerti dai centri di cure dentistiche Dentix presenti su tutto il territorio nazionale, alla mancata fornitura ai consumatori delle prestazioni mediche pattuite e alla mancata assistenza post vendita nel periodo del lockdown e al momento della riapertura delle attività.

“Dai reclami – si legge nel provvedimento dell’Antitrust – risulta che il professionista ha cessato l’attività professionale nei primi mesi del 2020, durante il periodo del lockdown, omettendo di fornire qualsiasi forma di assistenza ai consumatori e lasciando in sospeso le cure previste, anche in situazioni in cui l’intervento professionale appariva indifferibile”.

Inoltre “alla riapertura delle attività, a maggio 2020 – prosegue l’Autorità – i consumatori non sono potuti entrare in contatto in alcun modo con il professionista per iniziare o proseguire cure dentistiche e odontoiatriche, anche urgenti, precedentemente concordate, ovvero per risolvere problematiche emerse a seguito delle cure iniziate e mai completate, né hanno potuto recuperare la propria cartella clinica“.

 

Dentix, sanzione Antitrust

 

“La società – prosegue – non ha dato alcun riscontro alle telefonate e ai solleciti scritti dai pazienti, i quali hanno patito rilevanti conseguenze di tipo medico ed estetico a causa dell’interruzione delle cure”.

Alla luce delle indagini, dunque, la pratica commerciale posta in essere da Dentix e Dentix Netherlands è risultata scorretta, avendo ad oggetto “condotte e omissioni contrarie alla diligenza professionale, idonee a fornire una rappresentazione scorretta dei servizi effettivamente offerti dal professionista e a provare i consumatori dell’assistenza post-vendita”.

UNC: vittoria importante per i consumatori

“Una vittoria importante a tutela dei diritti dei consumatori e della loro salute. La società, infatti, aveva interrotto la propria attività senza alcun preavviso, privando i pazienti di qualsiasi assistenza. Un fatto molto grave, considerato che si trattava di prestazioni mediche spesso non procrastinabili“, afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Lasciare nella terra di nessuno persone malate, abbandonandole a se stesse, non è ammissibile. I disagi patiti dai consumatori sono stati rilevanti. Ora, finalmente, la condanna dell’Antitrust riconosce la bontà delle nostre tesi e che questa condotta è stata contraria alla diligenza che si deve attendere da un operatore del settore sanitario”, conclude Dona.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)