“I pazienti non devono pensare a Stamina come un metodo di cura perché non lo è”. A dirlo il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin parlando ai microfoni di Radio 1 . Si ritorna a parlare di Stamina quando, proprio nei giorni scorsi, Davide Vannoni, il presidente di Stamina Foundation, ha detto che entro il 1° agosto consegnerà il protocollo per dare così inizio alla sperimentazione così come vuole il decreto legge approvato definitivamente dal Senato lo scorso maggio.
Intanto il dibattito che ruota attorno alla efficacia o meno del metodo non si è per nulla sopito.  “E’ necessario porre fino ai dubbi ed alle incertezze intorno al metodo Stamina, superando immediatamente l’inaccettabile logica dello scontro che ha caratterizzato, in questi giorni, il dibattito relativo a tale trattamento” sostiene Federconsumatori che “nell’interesse dei cittadini e dei pazienti, ribadisce i 3 obiettivi irrinunciabili da perseguire: tutelare i malati, investire nella ricerca scientifica e nella innovazione terapeutica, dare una risposta sicura alla domanda di trattamenti per i malati gravi e per le malattie rare”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)