La Sardegna è, ad oggi, l’unica regione d’Italia a non essersi ancora dotata di uno strumento di legge in materia di tutela dei consumatori. E’ per colmare questo vuoto legislativo che è stata presentata in Regione la  Proposta di legge 326 (primo firmatario Giampaolo Diana) “Norme in materia dei diritti e degli interessi dei consumatori e degli utenti”, sottoscritta da tutti i consiglieri del gruppo del Pd. Essa si pone l’obiettivo di tutelare e riconoscere i diritti dei consumatori e degli utenti, promuovere le forme associative di consumatori, istituire una Consulta regionale  che verifichi tariffe e anomalie, promuovere le azioni giudiziarie a tutela degli utenti.
 Il fondamento della legge è stato sintetizzato all’articolo 1: “La Consulta riconosce il fondamentale ruolo sociale ed economico dei cittadini, singoli e associati, quali consumatori e utenti di beni e servizi e ne promuove la tutela dei diritti e degli interessi individuali e collettivi”.  Importante è anche l’istituzione della Consulta regionale  dei consumatori e degli utenti, prevista all’articolo 3. “La Consulta sarà un organo da interpellare – ha proseguito Diana – da parte di organismi pubblici prima, per esempio, di stabilire le tariffe dei servizi pubblici, quali quelle del servizio idrico e della raccolta dei rifiuti solidi urbani”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)