OSSERVATORIO. Crif, in calo la domanda di mutui: -14% a maggio 2011

Ottenere l’erogazione del credito da parte delle banche non è un’impresa semplice, nel momento in cui ci accingiamo a contrarre un finanziamento è essenziale valutare con cura le nostre possibilità così da evitare spiacevoli casi di insolvenza bancaria. In tal senso, per trovare un’offerta di liquidità adeguata, possiamo mettere i mutui più convenienti a confronto in maniera tale da individuare in pochi minuti quello più adatto al nostro profilo.

 

Nel mese di maggio il mercato dei mutui prosegue il calo iniziato a marzo, facendo registrare un -14% rispetto allo stesso mese del 2010 (dato ponderato sui giorni lavorativi). E’ quanto emerge dall’analisi dei dati Eurisc, il sistema di informazioni creditizie della centrale di rischi Crif. Tra gennaio e maggio le richieste di finanziamenti per la casa sono calate complessivamente del 3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Di queste, il 7,4% ha riguardato mutui di sostituzione, contro una media di quasi il 10% rilevata nel corso del 2010.

 

Per quanta riguarda le fasce di durata, i mutui più gettonati risultano essere quelli tra i 25 e i 30 anni (in crescita dell’1,5% circa), che rappresentano oltre il 30% delle richieste totali. In maggio l’importo medio si conferma simile a quello del mese precedente, attestandosi intorno ai 137 mila euro. Più in generale, i dati Eurisc evidenziano un aumento delle richieste delle classi fino a 100 mila euro.

 

Analizzando il profilo di chi richiede un mutuo ipotecario, emerge che la maggior parte (35% del totale) ha tra i 35 e i 44 anni; aumenta anche la fascia tra i 45 e i 54 anni, che con uno +0,7% arriva a superare il 20% del totale.

 

Attraverso Supermoney, il portale per il confronto mutui, vediamo quali sono le offerte migliori per chi desidera ottenere un finanziamento per la casa. Proviamo a richiedere un mutuo prima casa di 100 mila euro, per un immobile che ne valga 150 mila, restituibile in 25 anni, da parte di un lavoratore a tempo indeterminato quarantenne. Per chi vuole un mutuo a tasso variabile la soluzione più vantaggiosa è Mutuo Arancio di ING Direct, che ha un taeg del 2,66% e una rata di 454 euro al mese; chi preferisce il tasso fisso può richiedere Mutuo Fisso CheBanca!, che offre un taeg del 5,01% e una rata mensile di 572 euro.

 

‘La riproduzione di questo contenuto è autorizzata esclusivamente includendo il link di riferimento alla fonte Help Consumatori e il link al sito Supermoney.eu’

 

Comments are closed.