1. Skip to navigation
  2. Skip to content
  3. Skip to sidebar



Archivio della categoria ‘Energia’

Energia, petizione #migliaiadivite: chiudere tutte le centrali a carbone entro il 2025

venerdì, 21 luglio, 2017

Chiudere tutte le centrali a carbone entro il 2025. Per salvare #migliaiadivite. Così si chiama infatti la petizione lanciata da WWF Italia, Greenpeace Italia e Legambiente per chiedere al Governo italiano la chiusura definitiva delle centrali a carbone in Italia, un’industria inquinante e pericolosa per la salute, entro il 2025. In Italia, affermano gli ambientalisti, “le 12 centrali a carbone esistenti nel 2013 causavano circa 10 morti premature a settimana e costavano agli italiani ogni anno 1,4 miliardi di euro di spese sanitarie”. (altro…)



Rapporto ENEA: con ecobonus, 1 milione di interventi e 9,5 mld di euro investiti

martedì, 11 luglio, 2017

Risultati positivi, ma anche criticità e ostacoli sul fronte dell’efficienza energetica nel nostro Paese. Negli ultimi tre anni gli ecobonus hanno attivato circa un milione di interventi per oltre 9,5 miliardi di euro di investimenti, di cui 3,3 miliardi nel solo 2016. (altro…)



Ddl Concorenza, Adoc: sul settore energetico, soddisfatti ma non troppo

mercoledì, 5 luglio, 2017

L’ok della Camera al Ddl Concorrenza non ha liberato totalmente il campo alle diverse perplessità che ruotano attorno all’abolizione del mercato tutelato. (altro…)



TopNews / Energia: da luglio bolletta elettricità più 2,8% mentre cala il gas

venerdì, 30 giugno, 2017

Energia: aumenta la bolletta dell’elettricità mentre cala quella del gas. Dal prossimo 1° luglio la bolletta dell’elettricità segnerà un aumento del 2,8% mentre quella del gas registrerà un calo del 2,9%. Questo quanto prevede l’aggiornamento delle condizioni economiche di riferimento per le famiglie e i piccoli consumatori in tutela per il terzo trimestre 2017, diffuso oggi dall’Autorità per l’energia. (altro…)



Nuovi contatori, Adiconsum: consumatori più partecipi e meno povertà energetica

venerdì, 30 giugno, 2017

Parte il progetto di una delle opere infrastrutturali più rilevanti del Paese con la sostituzione di circa 32 milioni di contatori elettronici di prima generazione con il nuovo Open Mater di seconda generazione cosiddetto 2G. Il progetto verrà sviluppato in 8 anni con un investimento di oltre 4 miliardi di euro, tutta tecnologia italiana e verranno impiegate 4 mila persone. Negli anni successivi anche tutte le Aziende ex municipalizzate (altri 8 milioni circa di misuratori) completeranno l’opera di riorganizzazione delle infrastrutture del Paese nelle case di tutti gli utenti elettrici, con un ulteriore investimento di circa 2 miliardi. (altro…)