1. Skip to navigation
  2. Skip to content
  3. Skip to sidebar



Archivio della categoria ‘Sicurezza stradale’

Sicurezza stradale, Konsumer aderisce a “Vacanze coi fiocchi”

martedì, 30 giugno, 2015

Konsumer Italia aderisce alla campagna di sensibilizzazione “Vacanze coi fiocchi 2015”, per la promozione della sicurezza stradale e della mobilità sostenibile nel periodo estivo: “I mesi da maggio a settembre sono quelli che registrano il maggior numero di morti sulle strade, una media di 12 al giorno – sottolineano gli organizzatori − Agosto è il mese in cui si muore di più”. La campagna, ideata e coordinata dal Centro Antartide e insignita con la concessione dell’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, nasce nel 2000 ed è giunta quest’anno alla sedicesima edizione. (altro…)



Aree di sosta in autostrada, inchiesta Quattroruote: promosse solo 2 su 118

mercoledì, 24 giugno, 2015
Come sono le aree di servizio sulle autostrade italiane? Quattroruote ne ha analizzare 118 e il risultato non è dei migliori: solo due ottengono il massimo dei voti (Arino Est e Arino Ovest), mentre sono diverse le bocciature in Liguria, sul versante adriatico e al Sud. Tra le note dolenti più comuni la scarsa attenzione ai disabili. E’ il quadro che emerge da “Estate da casello a casello”, la maxi inchiesta di Quattroruote, pubblicata sul numero di luglio in edicola da domani, dedicata alle autostrade italiane.

(altro…)



Sicilia, Basilicata, Abruzzo: inchiesta Quattroruote sulle “strade della vergogna”

venerdì, 22 maggio, 2015
Enna, Caltanissetta, Pescara, Matera e Potenza: sono i nomi delle città con le “strade della vergogna”. Quattroruote di giugno, in edicola da domani, porta alla ribalta i tanti casi di strade “sprofondate”, rimasti finora confinati alle cronache di quotidiani e televisioni locali. Piloni che cedono, asfalto che si sgretola e viadotti che continuano a crollare: Quattroruote testimonia come, oltre al clamoroso episodio del cedimento di un ponte sull’A19 Palermo-Catania, ci siano decine di migliaia di abitanti che da tempo vivono situazioni drammatiche.

(altro…)



Scooter 125, qual è il più sicuro? A breve i risultati dei test Altroconsumo

mercoledì, 20 maggio, 2015

Qual è lo scooter migliore? A giugno Altroconsumo pubblicherà i risultati del nuovo test condotto su 12 scooter di cilindrata 125 delle case più diffuse sul mercato (Honda, Kymko, Peugeot, Vespa, Suzuki, Sym, Yamaha). Oltre che in laboratorio, gli scooter sono stati portati su strada per valutarne le prestazioni di freni, accelerazione, consumi. (altro…)



Sicurezza stradale, una Settimana per chiedere di salvare i bambini

martedì, 5 maggio, 2015

“Salvate le vite dei bambini”. Con 500 bambini e adolescenti che in tutto il mondo, ogni giorno, rimangono vittima della strada, non c’è tempo da perdere quando si parla di sicurezza stradale: servono strade sicure, viaggi sicuri e veicoli sicuri. È dedicata ai bambini la Settimana mondiale della sicurezza stradale, l’iniziativa delle Nazioni Unite che da ieri e fino al 10 maggio intende puntare i riflettori contro un’emergenza in tutto il mondo. È partita anche una petizione rivolta ai leader di tutto il mondo. (altro…)



Sicurezza stradale, Fondazione Ania e Viasat: emergenza sotto controllo

mercoledì, 29 aprile, 2015

Secondo l’Oms, nel 2013, 1 milione 240mila persone nel mondo hanno perso la vita in un incidente stradale. Nei paesi dell’Unione Europea i morti sono stati 27.724 (55 ogni milione di abitanti), mentre nel nostro Paese nello stesso anno si sono contate 3.385 vittime. Una vera e propria emergenza sanitaria. É questo il conteso generale in cui si installano i dati diffusi oggi da Fondazione Ania e Gruppo Viasat all’interno della “Guida sulla sicurezza stradale”, giunta alla decima edizione. (altro…)



Quattroruote: dove vanno a finire i soldi delle multe?

mercoledì, 25 marzo, 2015

Ci sono due obblighi che vengono evasi, o scarsamente rispettati, quando di parla dei soldi incassati con le multe stradali: almeno il 50% dovrebbe essere destinato alla sicurezza stradale, e non sempre accade – i soldi finiscono per pagare forniture e servizi di ogni genere, spesso anche per ripianare buchi di bilancio. C’è poi l’obbligo di inviare una relazione sull’uso dei proventi delle multe al Ministero Trasporti e al Ministero Interno: pochissime le amministrazioni che lo fanno. Questi i risultati di un’inchiesta di Quattroruote sull’uso delle multe che sarà pubblicata sul numero di aprile, in edicola da domani. (altro…)



Sicurezza stradale, Europa lancia campanello allarme: oltre 25 mila vittime all’anno

martedì, 24 marzo, 2015

L’obiettivo dell’Unione europea è quello di ridurre del 50% il numero delle vittime di incidenti stradali al 2020. Un obiettivo ancora lontano, se si considera che nel 2014 nei 28 Stati della Ue ci sono stati oltre 25 mila morti sulle strade, con una media di 70 vittime ogni giorno. I freddi numeri sono in lieve miglioramento (ci sono un po’ meno vittime rispetto all’anno precedente) ma questo non basta certo a spegnere il campanello d’allarme. I dati vengono dalle ultime statistiche della Commissione europea sulla sicurezza stradale. (altro…)



Roma: al via piano anti buche. Konsumer: vigileremo

martedì, 10 febbraio, 2015

“Non faremo la spennellata di catrame ma ripareremo veramente le strade”: questa la promessa con cui il sindaco di Roma Ignazio Marino ha lanciato domenica il “Piano anti buche”, che dovrebbe portare più sicurezza stradale per le vie della Capitale con una manutenzione prevista su 250 mila metri quadri di strade entro marzo. Konsumer e iConsumatori promettono: “Controlleremo grazie alle segnalazioni dei cittadini” che potranno inviare foto e notizie su una pagina facebook dedicata. (altro…)



Semaforo giallo più breve, sarà pioggia di multe?

mercoledì, 14 gennaio, 2015

La Corte di Cassazione ha detto sì al semaforo giallo più veloce. La Suprema Corte, infatti, ha deciso che il tempo del semaforo giallo potrà passare, in molte città italiane, dagli attuali 4, a 3 secondi. Il risultato sarà, con ogni probabilità, una pioggia di sanzioni a carico degli automobilisti. Perché, se è vero che in molte città la durata del giallo è già tarata sui 3 secondi, è anche vero che sulle nostre strade urbane i limiti di velocità vengono poco rispettati e così non bastano 3 secondi per frenare un auto in corsa a 50 km orari. (altro…)



Catene o pneumatici invernali, i consigli della CNA per scegliere

venerdì, 12 dicembre, 2014

Gomme termiche o catene? È il dilemma di molti romani, e non solo, che devono mettersi in viaggio, in vista delle partenze natalizie. Il freddo è arrivato e allora ecco qualche consiglio dagli esperti. “Gli pneumatici invernali sono consigliabili nei mesi invernali” è il consiglio di Angelo Alessandrelli, presidente degli autoriparatori della Cna di Roma, “anche perché gli pneumatici invernali possono essere utilizzati sulle strade della città durante tutta la stagione: dai primi freddi, a novembre, fino ad aprile. Si possono percorrere anche molti chilometri, anche su strade non innevate, senza rischiare di danneggiarli. Anzi: hanno un’ottima resa anche sul bagnato”. Quanto alle catene, un consiglio: “montarle la prima volta nei box, per prendere familiarità e poi essere in grado di farlo anche in condizioni avverse, ad esempio sul ciglio della strada nel bel mezzo di una bufera”. (altro…)



Aci-Istat: nel 2013 in calo gli incidenti autostradali e le vittime

martedì, 4 novembre, 2014

Diminuiscono i morti sulle strade italiane: nel 2013, rispetto al 2012, il numero delle vittime si è ridotto del 9,8%. In calo anche i feriti, del 3,5%, e gli incidenti, del 3,7%. In totale l’anno scorso si sono registrati 181.227 sinistri (188.228 nel 2012), che hanno causato la morte di 3.385 persone (3.753) e il ferimento di altre 257.421 (266.864). Per una media di 497 incidenti, 9 vittime e 705 feriti al giorno. Lo rileva il rapporto Aci-Istat sugli incidenti stradali, secondo cui con 56,2 morti causa incidente ogni milione di abitanti, l’Italia supera la media europea ferma a 51,4 e si colloca al 14° posto nella graduatoria europea, dietro Regno Unito, Spagna, Germania e Francia. (altro…)



Sicurezza, Toyota richiama 1,75 mln di vetture in tutto il mondo

mercoledì, 15 ottobre, 2014

Quarto richiamo dall’inizio dell’anno per Toyota: la casa automobilistica giapponese ha, infatti, annunciato il richiamo di 1,75 milioni di veicoli in tutto il mondo a causa di problemi al sistema frenante e all’iniezione. Per maggiori informazioni è possibile consultare la pagina web messa a disposizione dall’azienda a questo link



Sicurezza, Opel richiama 8000 Corsa e Adam

venerdì, 3 ottobre, 2014

Opel sta richiamando circa 8.000 modelli di Adam e Corsa consegnate da maggio 2014 a causa di un problema al sistema sterzante. A segnalare il richiamo è Altroconsumo. Per verificare se l’auto è interessata da questo richiamo, è necessario controllare se il numero di telaio rientra in questi intervalli:

  • Opel Adam
    Numero telaio (ultime 8 cifre) compreso tra: E6077301 – E6113446 o F6000001 – F6006544
  • Opel Corsa D
    Numero telaio (ultime 8 cifre) compreso tra: E6071016 – E6118738 o E4181031 – E4308122

Se il numero di telaio non è compreso in uno di questi intervalli, la vettura non è interessata. L’azienda, che raccomanda ai possessori di non guidare le auto prima di averle fatte controllare, ha messo a disposizione il numero di telefono 06/54652000 e l’indirizzo email opel.italy@gm.com per avere maggiori informazioni.



Minicar, UNC: sono davvero da preferire ai ciclomotori?

giovedì, 2 ottobre, 2014

Le vediamo sfrecciare in città e, talvolta, al centro di incidenti stradali anche gravi. Sono le minicar, le automobili con cilindrata 50, guidabili senza l’obbligo di patente. Ma quanto sono sicure? Sono davvero preferibili rispetto ai tradizionali ciclomotori? A rispondere a queste domande è Raffaele Caracciolo, esperto di automotive dell’Unione Nazionale Consumatori. Al centro della riflessione il fatto che queste minicar sono, spesso, guidate da adolescenti. (altro…)



Sicurezza stradale, Adoc: bene a uso telecamere per trovare auto senza Rca

giovedì, 11 settembre, 2014

Quattro milioni di veicoli che circolano senza assicurazione rappresentano un pericolo. Per questo è positivo l’uso della tecnologia per migliorare la sicurezza stradale. Utilizzare il sistema rete di telecamere di Tutor, Telepass e Ztl, insieme alla banca dati della Motorizzazione, per individuare i veicoli circolanti senza assicurazione, revisione o con fanali rotti, potrebbe “il futuro della sicurezza stradale, in attesa di una normazione specifica”, secondo quanto sostiene l’Adoc. (altro…)



Strade, Quattroruote: al buio 57% del Gra (per furti rame)

giovedì, 28 agosto, 2014

Al buio il 57% del percorso del Gra: sul Grande Raccordo Anulare è allarme furti di rame (sottratti cavi sul 57% del tracciato). Di conseguenza i lampioni sono fuori uso e si viaggia al buio. La denuncia arriva da Quattroruote di settembre – in edicola da domani – che nell’inserto Roma e Lazio spiega come nulla sia cambiato rispetto all’allarmante quadro delineato in un’indagine pubblicata dal mensile già nel 2013. Anzi, la situazione è destinata ad aggravarsi. E l’Anas non ha in programma alcun intervento di manutenzione. (altro…)



Vacanze in auto, i consigli di Supermoney

venerdì, 8 agosto, 2014

Un check up prima di partire, una ‘mappa’ dei distributori di carburante meno cari, e la condivisione dell’auto come metodo per risparmiare sulle spese. L’Osservatorio SuperMoney, portale di comparazione delle assicurazioni auto, ha stilato un decalogo per viaggiare in sicurezza e risparmiare. (altro…)



Vacanze in auto? Altroconsumo: ecco i controlli per la sicurezza

venerdì, 8 agosto, 2014

Revisione in regola, ruota di scorta ok e una buona mappa dei distributori di carburante. Altroconsumo ha stilato una serie di accorgimenti destinati a rendere più tranquille e sicure le vacanze di chi sceglie l’auto come mezzo per raggiungere il meritato riposo. Una macchina in buone condizioni, infatti, aiuta a prevenire eventuali problemi proprio nel bel mezzo delle ferie. Tra l’altro, secondo l’edizione 2014 di Vacanze Sicure, l’indagine di Assogomma e Federpneus, l’automobilista italiano medio guida un’auto vecchia di quasi 11 anni (10 anni e 9 mesi). (altro…)