“0 Pensieri” di Poste Mobile, A.E.C.I.: attenzione agli addebiti automatici

L’ A.E.C.I. | Associazione Europea Consumatori Indipendenti mette in guardia i consumatori su alcune anomalie delle SIM ricaricabili Poste Mobile con piano tariffario “0 Pensieri”. L’Associazione, infatti, ha ricevuto diverse segnalazioni da pare di consumatori che lamentano addebiti irregolari, da parte del Gestore telefonico, per quanto concerne la tariffa dati a consumo. Infatti, in caso di non tempestiva ricarica alla scadenza prestabilita del piano “0 pensieri”, Poste Mobile addebita € 2,50 per il servizio dati e per le successive 24 ore si ha la possibilità di utilizzare solo 250 MB.

A.E.C.I. ha verificato le segnalazioni e ha constatato che si tratta di un servizio che in automatico Poste Mobile attiva senza alcuna autorizzazione e da parte del cliente. Ma non solo. Una volta ricaricato il credito, i € 2,50 non vengono riaccreditati e  l’utente  è dunque costretto a sostenere un costo molto ben superiore a quello pattuito e pubblicizzato.

L’Associazione consiglia, dunque, la disattivazione della linea dati dello smartphone in caso di non ricarica mensile del credito alla scadenza prestabilita al fine di evitare gli addebiti giornalieri.

Comments are closed.