Banconota da 5 euro, da oggi circola quella nuova

Il 2 maggio 2013 entra in circolazione la nuova banconota da 5 euro, la prima della serie dedicata a Europa. Le vecchie banconote da 5 euro continueranno a circolare, ma saranno gradualmente ritirate dalla circolazione fino alla data in cui cesseranno di avere corso legale (che sarà annunciata con largo anticipo). Anche dopo tale data manterranno il proprio valore a tempo indeterminato e potranno essere cambiate in qualsiasi momento presso le banche centrali nazionali dei paesi dell’area dell’euro.

La nuova banconota è il risultato di progressi tecnologici e contiene alcune caratteristiche di sicurezza nuove e avanzate. La filigrana e l’ologramma recano il ritratto di Europa, figura della mitologia greca da cui la serie prende il nome. Il “numero verde smeraldo”, l’elemento più evidente, cambia colore passando dal verde smeraldo al blu scuro e produce l’effetto di una luce che si sposta in senso verticale. Sui margini destro e sinistro sono percepibili dei trattini in rilievo che agevolano il riconoscimento del biglietto, soprattutto per le persone con problemi visivi. Tali caratteristiche di sicurezza, poste sul fronte della nuova banconota, possono essere verificate con facilità applicando il metodo “toccare, guardare, muovere” e saranno prevedibilmente integrate in tutti i biglietti della serie “Europa”. Per maggiori dettagli è possibile guardare il video “L’euro. La nostra moneta” sul sito della BCE.

Adiconsum accoglie positivamente l’immissione delle nuove banconote a prova di falsari e a tutela dei cittadini-consumatori europei. “Tutto ciò però deve essere integrato – dichiara il suo Segretario Generale Pietro Giordano – con l’eliminazione delle banconote da 500 euro mezzo attraverso le quali, troppo spesso, si diffondono i cancri della nostra società quali la corruzione, l’esportazione nei paradisi fiscali dei capitali da evasione fiscale. Non a caso il prelevamento di queste banconote sono molto maggiori alla media nelle filiali bancarie italiane delle città in prossimità della Svizzera e di S. Marino. Il Governo Letta – conclude Giordano – proponga all’UE e alla BCE l’eliminazione di tali banconote, ben poco usate dalla stragrande maggioranza delle famiglie italiane ed europee, sopratutto in questo periodo di crisi economica”.

Comments are closed.