Acquisti in presenza, i centri commerciali si avvicinano ai livelli pre Covid

Acquisti in presenza, i centri commerciali si avvicinano ai livelli pre Covid (Fonte immagine: Pixabay)

Come è cambiata l’esperienza di visita nei centri commerciali? E come sono cambiate le abitudini dei clienti? Queste sono alcune delle domande del sondaggio “Shopping Center, the New Normal”, realizzato da da Cushman & Wakefield per indagare gli attuali trend sugli acquisti in presenza, che segnano una ripresa, con numeri molto vicini a livelli pre-covid. Mentre l’interesse per gli acquisti online riguarda per lo più le generazioni giovani.

Dalla survey, realizzata su 8.199 clienti di 23 Centri Commerciali gestiti su tutto il territorio italiano, emerge che la frequenza delle visite è notevolmente migliorata rispetto al 2021, raggiungendo ormai livelli pre-Covid: infatti il 94,5% dei rispondenti nel momento della survey ha già visitato almeno una volta il Centro Commerciale, contro il 76,4% dello scorso anno.

I negozi restano il motivo principale per visitare i centri commerciali

Tra le motivazioni di chi non ha ancora visitato il proprio Centro Commerciale di riferimento, il 20,5% ammette di essersi comunque recato presso un concorrente – confermando di fatto il proprio interesse verso i centri commerciali. Tuttavia il 24,7% dichiara di avere timori legati alla pandemia (dato in diminuzione, se confrontato con il 36% del 2021); il 21% sostiene di aver diminuito le proprie spese e lo shopping in generale; il 13% preferisce acquistare nei negozi di vicinato (10,6% nel 2021), mentre solo l’8,2% dei visitatori dichiara di preferire gli acquisti online.

I negozi rappresentano ancora il motivo principale per visitare i Centri (53,6% degli intervistati) mentre la spesa alimentare si ridimensiona rispetto all’anno scorso e si avvicina ai livelli pre-Covid (28,3%). Cresce l’attrattiva della food court come motivo principale di visita, ma la percentuale è ancora inferiore rispetto a livelli pre-covid (4,7%).

La “passeggiata” al Centro Commerciale è la principale ragione di vista per il 7,2% dei rispondenti e, sebbene in leggera crescita rispetto al 2021 (6,3%), resta ancora molto lontana dai livelli pre-Covid.

Per quanto riguarda l’evoluzione degli acquisti online, il dato è molto diverso rispetto all’anno scorso. Il numero dei clienti che hanno dichiarato di aver effettuato più acquisti online, rispetto a quelli in presenza, si è quasi dimezzato, dal 49% del 2021 al 28,5% quest’anno; e il 13,8% dichiara invece di aver effettuato più acquisti in presenza (contro l’1,4% dell’anno scorso).


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)