Siamo in piena febbre da Black Friday. Ci eravamo preparati e i consigli e le avvertenze da parte di associazioni dei consumatori non sono mancate. Eppure già arrivano le prime segnalazioni di truffe a danno dei consumatori. Il Codacons denuncia informazioni non complete ai consumatori e specchietti per le allodole per attirare clienti. Stiamo riscontrando una generale mancanza di trasparenza nelle informazioni rese ai consumatori – denuncia l’associazione – Molti negozi pubblicizzano a caratteri cubitali sulle vetrine il Black Friday, ma omettono di specificare che gli sconti sono validi solo su una selezione limitata di prodotti. Il consumatore è indotto così ad entrare negli esercizi credendo che tutta la merce in vendita sarà interessata dalle promozioni e non è possibile percepire con immediatezza quanti prodotti sono effettivamente interessati dai ribassi dei prezzi.

In tal senso i primi due colossi dell’abbigliamento a finire nel mirino del Codacons sono stati oggi Intimissimi e Calzedonia, oggetto di una diffida urgente dell’associazione in cui si chiede di modificare i messaggi pubblicitari che compaiono sulle vetrine, informando i consumatori circa il fatto che gli sconti saranno applicati solo ad una selezione di prodotti e non su tutta la merce in vendita.

L’Unione Nazionale Consumatore allerta invece su un altro sconto farlocco su Amazon. Ieri era stato segnalato ieri il caso di un epilatore venduto prima del Black Friday a 130,53 euro, ma gonfiato ora a 279 euro, così da poterlo scontare del 53%. “Ma la segnalazione ricevuta oggi è ancora peggio e ha dell’incredibile – afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori. “Si tratta di una planetaria venduta oggi a 278,65 euro, rispetto ad un prezzo di listino di 380 euro, con un bello sconto del 27%. “Mica male! Peccato che il 12 ottobre fosse venduta a 239,99 euro, con uno sconto del 37% ed il 19 ottobre a 243,89, con un ribasso del 36%. Alla faccia del Black Friday!” conclude Dona che anticipa denuncia all’Antitrust.

 

 

 

 

Scrive per noi

Silvia Biasotto
Silvia Biasotto
Sono quello che mangio. E sono anche quello che scrivo, parafrasando Ludwig Feuerbach. Nella mia vita privata e nella mia professione ho sempre amato conoscere, sperimentare e scrivere di cibo. La sicurezza e la qualità alimentare sono le principali tematiche di cui mi occupo ad Help Consumatori oltre che la tutela del cittadino in generale. Una passione che mi accompagna in questa redazione sin dal 2005 quando sono giunta sulla tastiera di HC a seguito del tirocinio del primo Master universitario in tutela dei consumatori presso l’Università Roma Tre. E ovviamente la mia tesi fu sulla Sicurezza dei prodotti!

Parliamone ;-)