Mobili da giardino: che materiale preferire (fonte immagine: pixabay)

Nei negozi specializzati troviamo mobili da giardino per tutte le tasche, in vari stili e in modelli che accontentano le esigenze di chiunque, da chi possiede un piccolo angolo verde in cui rilassarsi fino a quelli adatti per arredare uno spazio aperto dove ricevere amici e organizzare feste. Oltre alle chiare ed evidenti differenze estetiche, i mobili da giardino differiscono anche per i materiali con cui sono prodotti, che possono essere più o meno adatti alle specifiche situazioni di utilizzo. Dalla plastica al legno, dall’acciaio all’alluminio, i materiali che si usano per i mobili da giardino sono molto diversi tra di loro.

Che materiale scegliere

La questione del materiale dei mobili giardino è particolarmente importante, perché questa scelta porta con sé una serie di conseguenze. Alcuni materiali si prestano in modo particolare per i mobili in stile contemporaneo, dal gusto pulito e lineare, come ad esempio l’alluminio; altri invece sono particolarmente versatili e consentono di dare vita a mobili particolari, dai colori brillanti e in mille stili e varietà, come avviene per la plastica. A seconda del materiale si ha anche una chiara differenza di prezzo, che può portare molti a prediligere mobili meno costosi e più convenienti. Ogni materiale ha dei pro e dei contro, è quindi consigliabile considerare sia il budget che si ha a disposizione, sia la posizione in cui si vorranno inserire i mobili e il numero di articoli che si desidera acquistare; perché è evidente che se abbiamo spazio solo per un tavolino e due sedie anche un budget ridotto ci consentirà di scegliere tra tutti i prodotti disponibili.

La plastica: non è più quella di una volta

La plastica, in particolare il polipropilene, viene utilizzata da decenni per produrre mobili da giardino. In effetti le proposte oggi disponibili sono più varie rispetto a un tempo; si possono trovare in commercio sedie e mobili in plastica dai colori piacevoli e dallo stile che si adatta a qualsiasi ambiente. Oltre al polipropilene stampato sono disponibili mobili in rattan sintetico; si tratta di un materiale plastico che viene prodotto in sottili striscioline e poi utilizzato come fosse rattan. Questa soluzione è particolarmente piacevole alla vista e anche rispettosa dell’ambiente; per produrre rattan sintetico si possono infatti utilizzare materie plastiche riciclate e non è necessario sfruttare le foglie delle palme usate per il rattan naturale. Le materie plastiche oggi usate per produrre mobili da giardino sono robuste, resistono al caldo e al freddo e anche all’esposizione alla luce solare diretta. Inoltre, necessitano di una cura minima. Si tratta di mobili leggeri e nella maggior parte dei casi i costi risultano essere contenuti.

Il legno

I mobili in legno sono sicuramente tra quelli più apprezzati, anche perché offrono uno stile gradevole e danno un senso di solidità e robustezza. Non tutti i materiali sono uguali tra di loro: vi sono mobili in legno non trattato, che vanno ridipinti periodicamente, così come mobili in legno impregnato in autoclave o di essenze adatte a resistere all’esposizione all’aperto. Nonostante si tenda a pensare che il legno sia un materiale sempre ecocompatibile, è bene chiarire che un elemento essenziale di tale definizione riguarda il tipo di legno che si utilizza. Alcune aziende producono mobili da giardino esclusivamente da foreste coltivate appositamente per tale attività, in modo sostenibile e senza sfruttare foreste pluviali e alberi centenari. Scegliere un mobile in legno è una questione che ci porta a valutare con attenzione diversi fattori, in quanto in commercio troviamo prodotti di vario genere, alcuni molto robusti e resistenti a qualsiasi intemperia, perfetti da lasciare all’aperto 365 giorni all’anno, mentre altri necessitano di più cure e di maggiori attenzioni. Anche in questo caso, come per la plastica, la discriminante è il prezzo: un mobile in legno a basso costo quasi sicuramente necessiterà di qualche attenzione nel corso del tempo.

I mobili in metallo

In passato la maggior parte dei mobili per esterno in metallo erano in ferro battuto. La situazione è però molto cambiata nel corso del tempo, oggi esistono mobili anche in alluminio o in acciaio inossidabile. Anche se tali materiali non hanno il fascino del ferro battuto e sono prodotti in serie, hanno alcuni vantaggi, tra cui la possibilità di resistere alle intemperie senza bisogno di riverniciarli negli anni. L’alluminio viene utilizzato per dare vita a mobili leggeri e più facili da gestire, mentre quelli in acciaio sono particolarmente robusti e adatti alle soluzioni che vengono sfruttate appieno per molti mesi all’anno. I mobili in metallo differiscono molto anche per lo stile realizzabile, ma di fatto è possibile trovare nei negozi specializzati articoli negli stili più vari, cosa che permette di acquistare il prodotto che effettivamente fa al caso nostro. Anche per il metallo la manutenzione da svolgere periodicamente è la pulizia, per evitare che si impolveri eccessivamente o che si macchi.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)