Salone del risparmio, plenaria 2019

Salone del risparmio, plenaria 2019

Si aprono oggi le iscrizioni all’undicesima edizione del Salone del Risparmio, l’evento di riferimento per l’industria del risparmio gestito ideato da Assogestioni, che torna dal 31 marzo al 2 aprile presso il MiCo di Milano.

Per Fabio Galli, direttore generale di Assogestioni, l’evento rappresenta “un’occasione irripetibile di condivisione di idee e di valorizzazione personale” che riguarda tutti gli attori della filiera: dai gestori ai consulenti finanziari fino ai risparmiatori.

L’edizione 2020

L’edizione 2020, dal titolo ‘Visioni per un mondo a tassi zero. Dalla liquidità all’economia reale’, analizza l’ambiente in cui si muovono gli operatori del risparmio: incertezza politica, appiattimento dei tassi di interesse, volatilità in aumento e livelli sempre maggiori di liquidità parcheggiati nei conti correnti che le banche depositano presso la Bce a tassi attualmente negativi.

Al Salone del Risparmio l’industria si ritrova per fare il punto sul suo ruolo sistemico e sulle sfide che vedono impegnati i gestori: “Prima fra tutte – afferma Galli – quella di condurre tanto i consulenti quanto i clienti verso nuove asset class, contribuendo alla costruzione di portafogli più diversificati e di prodotti che aprano le porte dell’economia reale”.

“Possiamo e dobbiamo lavorare sul miglioramento della consapevolezza dei clienti attraverso l’educazione finanziaria – aggiunge Galli. È però evidente che la catena del valore della gestione si fonda su una evoluzione altrettanto importante sul lato della distribuzione e della consulenza, sottoposte alla sfida dei nuovi investimenti. I risparmiatori, da soli, non prendono l’iniziativa. Ecco perché per i consulenti finanziari risulta cruciale alimentare un rapporto di fiducia sulla base di competenze solide e della capacità di innovare, leve su cui fare forza per portare il cliente a capire e accettare il cambiamento”.

Le tematiche al Salone del Risparmio

Tanti i temi che saranno oggetto delle oltre 100 conferenze in programma: le opportunità dei mercati privati, il rilancio dei PIR, l’importanza del capitale umano, la relazione tra fintech e risparmio gestito, e ancora circular economy, diversity e sostenibilità.

“Sostenibilità e inclusione – conclude Galli – sono le grandi sfide sottostanti a qualsiasi discorso sugli investimenti. Anche quest’anno al Salone il tema del grande valore che c’è nel fare innovazione sostenibile sottende tutti i percorsi di approfondimento e sarà al centro dei progetti speciali su cui siamo al lavoro per coinvolgere ancora di più operatori e risparmiatori”.

A 2 mesi dal via, sono oltre 110 i marchi che hanno confermato la loro presenza a quella che si preannuncia un’edizione ricca di conferenze, approfondimenti, momenti di formazione certificata sui temi caldi del settore e occasioni di networking.

Le prime due giornate sono aperte esclusivamente agli operatori del settore, la terza giornata è rivolta anche al pubblico.

Scrive per noi

Elena Leoparco
Elena Leoparco
Non sono una nativa digitale ma ho imparato in fretta. Social e tendenze online non smettono mai di stuzzicare la mia curiosità, con un occhio sempre vigile su rischi e pericoli che possono nascondersi nella rete. Una laurea in comunicazione e una in cooperazione internazionale sono la base della mia formazione. Help Consumatori è "casa mia" fin dal praticantato da giornalista, iniziato nel lontano 2012.

Parliamone ;-)