Vacanze in auto, ecco come caricare i bagagli

Vacanze in auto, ecco come caricare i bagagli

Il conto alla rovescia per la vacanze ha un ‘suono’ bellissimo. Quando con la primavera le giornate iniziano ad allungarsi, quel ticchettio impercettibile si fa strada in testa per poi diventare con il passare dei giorni una marcia trionfale. L’obiettivo è raggiungere quella settimana (o, per i più fortunati, anche di più) deputata alle tanto attese e meritate ferie estive.

Da sempre gli italiani adorano muoversi in macchina: ce l’hanno nel Dna ed è un amore che non conosce crisi. La partenza per le vacanze in auto porta con sé tutta una scia di preparativi che sono già essi stessi parte del viaggio. Un adattatore in più per il caricabatterie, un nuovo asciugamano per la spiaggia o magari un bagaglio più grande (nell’ottica di riempirlo di souvenir e regali): ogni cosa, anche piccola, serve a calare la mente nell’atmosfera gioviale e festaiola che solo il pensiero del relax sa donare.

Quando le valigie sono pronte c’è un passaggio cruciale da rispettare – è proprio il caso di dirlo – al centimetro: caricare i bagagli a bordo è infatti un esercizio di geometria e di incastri perfetti, che solo l’esperienza consente di mettere a segno in tempi ridotti.

 

Vacanze in auto, gli italiani non partono senza la guida del navigatore
Vacanze in auto

Stivare il bagagliaio è un esercizio di geometria

L’arte di stivare l’automobile con borsoni e altre attrezzature da mare o sportive è disciplinata anche dal Codice della strada: stabilisce che venga lasciata libera la visuale posteriore e che la complessiva stabilità della vettura non debba risultare in alcun modo compromessa, in ottica di sicurezza in viaggio. Colui che si mette al volante deve avere libertà di movimento, inoltre occorre rispettare il carico massimo per il veicolo e non devono essere oscurate in alcun modo le due targhe (si rischia di incappare in pesanti sanzioni).

Oltre agli accorgimenti relativi al carico dei bagagli, occorre fare un check complessivo all’impianto elettrico e alle parti meccaniche, freni e gomme compresi. Se gli pneumatici dovessero risultare troppo usurati si dovrà procedere subito alla loro sostituzione, ricorrendo a un rapido confronto su portali come gommeplanet.it. Controllate anche i liquidi e l’impianto di condizionamento, oltre a passare in rassegna i necessari documenti di viaggio.

Gli step per posizionare valigie e borsoni

La regola aurea riguarda la distribuzione del peso. Inserite prima, avendo cura di non lasciare intercapedini e spazi inutilizzati, gli elementi più ingombranti e di maggior peso evitando squilibri da una parte o dall’altra. Cercate di fare i migliori incastri per non lasciare ‘bolle d’aria’: servirà a mantenere il carico compatto nelle curve o in caso di movimenti bruschi. Cercate di sfruttare la presenza di eventuali ganci per l’ancoraggio in modo da fissare gli oggetti dalla forma stondata che altrimenti potrebbero rotolare.

La cappelliera deve restare libera: la visuale sarà sempre al top, inoltre un oggetto appoggiato qui potrebbe diventare pericoloso in caso di frenata. Se viaggiate in coppia sfruttate le cinture di sicurezza dei sedili posteriori per fermare la valigie che vorrete posizionare in questa parte dell’abitacolo. Naturalmente per portare al mare le biciclette servirà l’apposito supporto da posizionare sul tetto della macchina. Attenzione all’altezza dei fari, viaggiando a pieno carico deve essere regolata di conseguenza: il peso può infatti ‘alzare’ il muso e le luci potrebbero risultare estremamente fastidiose per chi viaggia in senso opposto.

Parliamone ;-)