emissioni di gas serra

Emissioni di gas serra in calo nel 2020

Emissioni di gas serra in calo nel 2019. E nel 2020 «si si attende una consistente riduzione delle emissioni di gas serra a livello nazionale», stimata a meno 9,8% rispetto all’anno precedente, soprattutto per effetto delle limitazioni alla mobilità causate dalla pandemia. Così oggi l’Ispra, l’Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale.

Nel 2019, dice l’Ispra, le emissioni di gas serra diminuiscono del 19% rispetto al 1990, passando da 519 a 418 milioni di tonnellate di CO2 equivalente e del 2,4% rispetto al 2018. La diminuzione è dovuta alla crescita negli ultimi anni della produzione di energia da fonti rinnovabili (idroelettrico ed eolico), all’incremento dell’efficienza energetica nei settori industriali e alla riduzione dell’uso del carbone.

 

 

Emissioni di gas serra, la stima per il 2020

Restrizioni alla mobilità in pandemia, riduzione del traffico e minore domanda di energia complessiva avranno un impatto sulle emissioni di gas serra nel 2020. Le prime stime indicano un calo.

«Sulla base dei dati disponibili per il 2020, a causa delle restrizioni alla mobilità dovute al COVID-19 su tutto il territorio nazionale, ci si attende una consistente riduzione delle emissioni di gas serra a livello nazionale, previste inferiori del 9,8% rispetto al 2019 a fronte di una riduzione prevista del PIL pari all’8.9% – scrive l’Ispra – L’andamento stimato è dovuto alla riduzione delle emissioni per la produzione di energia elettrica (-12,6%), per la minore domanda di energia, e dalla riduzione dei consumi energetici anche negli altri settori, industria (-9,9%), trasporti (-16,8%) a causa della riduzione del traffico privato in ambito urbano, e riscaldamento (-5,8%) per la chiusura parziale o totale degli edifici pubblici e delle attività commerciali».

A febbraio 2021 è stata trasmessa a Bruxelles la Strategia Italiana di lungo termine sulla riduzione delle emissioni dei gas a effetto serra, elaborata nell’ambito degli impegni dell’Accordo di Parigi sui cambiamenti climatici, che individua la neutralità emissiva come obiettivo che l’Italia dovrà raggiungere entro il 2050.

Parliamone ;-)