Bonus biciclette e mobilità alternativa

Bonus biciclette e mobilità alternativa

In questa Fase 2 dell’emergenza Coronavirus si guarda a un futuro più green e sostenibile, parola chiave “mobilità alternativa”. La Ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti, Paola De Micheli, ha annunciato, in audizione alla Camera, l’arrivo di una sorta di “bonus bicicletta” fino a un massimo di 500 euro.

Obiettivo del provvedimento, d’intesa con il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa, quello di limitare l’incremento del traffico e dell’inquinamento nelle città e di promuovere, quindi, la micromobilità elettrica e l’utilizzo di mezzi di trasporto innovativi.

Bonus bicicletta, in cosa consiste

“È allo studio e in dirittura d’arrivo il riconoscimento di un buono di mobilità alternativa, fino ad un massimo di 500 euro – ha annunciato la Ministra – per l’acquisto di biciclette, anche a pedalata assistita, nonché di veicoli per la mobilità personale a propulsione prevalentemente elettrica, monopattini, ovvero anche per l’utilizzo di servizi di mobilità condivisa ad uso individuale”.

 

Bonus bicicletta e mobilità alternativa
Bonus bicicletta e mobilità alternativa

Chi potrà richiederlo?

La Ministra ha, inoltre, specificato che il bonus è previsto “per i residenti nelle città metropolitane e aree urbane con più di 50.000 abitanti” e che “non verrà calcolato per soglie di reddito, quindi sarà “erga omnes” e usufruibile da chiunque ne farà richiesta.

Per quanto riguarda l’erogazione, si apprende da fonti stampa (la Repubblica), che le alternative sono due: “fare sì che gli acquirenti paghino per intero i mezzi ai commercianti”, per poi richiedere il rimborso in un secondo momento, “caricando scontrini e fatture su una piattaforma elettronica”. Oppure, “lasciare ai commercianti l’onere della pratica”: in questo modo i cittadini potrebbero acquistare la bicicletta già scontata, “mentre gli esercenti dovrebbero inserire i documenti di vendita sulla piattaforma per avere il rimborso diretto della somma a carico dello Stato”.

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

1 thought on “Mobilità alternativa, in arrivo il “bonus bicicletta” fino a 500 euro

  1. e un bello sconto sull’abbonamento bus? siamo una coppia di pensionati non troppo anziani e spendiamo un occhio della testa!

Parliamone ;-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: