“Un’esperienza di crescita, di viaggio e d’impegno sociale a favore dell’ambiente, ma anche un modo per stare insieme, per riscoprire luoghi unici e dedicare una parte delle proprie vacanze estive alla tutela e valorizzazione del territorio. Per costruire insieme un futuro migliore e più sostenibile”. Sono questi gli ingredienti messi insieme ogni hanno da Legambiente nei suoi campi di volontariato che accolgono bambini, ragazzi e intere famiglie che vogliono fare un’esperienza diversa a contatto con la natura. La stagione 2016  di “Volontariambiente” prevede si svolgerà in luoghi di grande bellezza e storia, nei quali la valorizzazione del paesaggio si coniuga perfettamente con il turismo ecosostenibile e di qualità.

Si va dalle località premiate nel 2015 con le cinque vele come Marina di Camerota (Sa), Santa Marina Salina (Me), l’isola verde delle Eolie e Otranto (Le), alla spiaggia dei Conigli di Lampedusa (Ag), esempio di una bella esperienza di protezione dei nidi di tartarughe marine, sapientemente coniugata con l’attività di riqualificazione paesaggistica, Favignana(Tp), nel cuore delle Egadi, Ustica (Pa), Palinuro (Sa) e poi Paestum (Sa), per arrivare al Parco Regionale della Maremma. Tra le altre mete di Volontariambiente 2016 anche Pretoro (Ch) nel Parco Nazionale della Majella, Gallipoli, la perla della Ionio in provincia di Lecce, il Parco Regionale del Monte Barro, una piccola area protetta lombarda che si affaccia sul Lago di Como (l’elenco completo dei campi è disponibile su http://www.legambiente.it/legambiente/campi-di-volontariato)

Nei campi estivi i volontari saranno coinvolti in attività formative, in progetti di valorizzazione e tutela del territorio e della biodiversità. Inoltre saranno affrontati temi di grande attualità con appositi incontri sulla questione dei migranti, sull’accoglienza e sulla pace, ma anche di turismo sostenibile e legalità. Per chi invece preferisse un’esperienza di volontariato al di fuori dei confini nazionali, è prevista la possibilità di realizzare dei progetti all’estero entrando in contatto diretto con culture, persone e abitudini diverse dal solito. Tra le mete ci sono i campi organizzati in Francia, Germania, Spagna, Polonia, Giappone, India, Indonesia, Costa Rica.

Per Rossela Muroni, presidente di Legambiente, “I campi di volontariato sono un’occasione unica per riscoprire tanti luoghi unici, per tutelarli e valorizzarli diventando i protagonisti di quel cambiamento sostenibile e virtuoso che serve al Paese. Il successo di questi anni e l’alto numero di iscrizioni che riceviamo dimostrano che i cittadini sono sempre più sensibili ai temi ambientali e che hanno voglia di fare veramente qualcosa di concreto a favore dell’ambiente, rimettendo in discussione il proprio stile di vita, impegnandosi in prima persona sul territorio e adottando comportamenti più virtuosi”.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)