"Respingiamo ogni deroga alla legge 138 per lo yogurt che proponga di produrre l’alimento senza latte. Si farebbe in tal modo l’interesse solo delle grandi imprese che utilizzano la materia prima proveniente dall’estero dando loro un vantaggio volto a scardinare la capacità competitiva di tutte quelle imprese che, radicate nel territorio nazionale, producono yogurt di qualità partendo da latte fresco". È quanto sostenuto nell’audizione di questa mattina alla Commissione Agricoltura della Camera da Fedagri-Confcooperative, Legacoop Agroalimentare e AGCI Agrital, in merito alla modifica della legge per l’introduzione del latte in polvere per la produzione dello yogurt. In realtà sembrerebbe aver prodotto risultati il dissenso di Confcooperative dal momento che il capogruppo della Lega Nord in Commissione agricoltura ha ottenuto che venisse bloccata la modifica della. "Quanto abbiamo ottenuto è il frutto di una operazione che mirava a tutelare esclusivamente la qualità dell’alimento" ha spiegato Corrado Callegari in una nota. "Alla base della richiesta di modifica della legge attualmente in vigore – prosegue Callegari – c’era, infatti, solo un interesse economico".


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)