Riprende domani la discussione in Senato della class action. Per Adoc l’ostacolo da superare non è la retroattività prevista dal recente emendamento Balboni, bensì l’inapplicabilità della normativa. "La versione precedente della norma non era proprio quello che auspicavamo, ma questa è ancora più limitativa – spiega Carlo PIleri, presidente dell’Adoc – Praticamente è un passo indietro, visto che per le Associazioni dei consumatori non è previsto proprio alcun ruolo nell’avvio della class action. Sebbene il nostro coinvolgimento sarebbe stato una garanzia per il buon esito dell’azione risarcitoria collettiva. Così sarà possibile avviare migliaia di azioni legali che renderanno tutto il sistema ingestibile e praticamente impossibile da applicare. Non vorremmo che entrasse in vigore una class action "all’italiana", destinata a tutelare esclusivamente le imprese e che non si ponga come garante dei diritti dei consumatori".

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)