"Il sequestro di medicinali ad azione dopante dimostra che è necessario creare una forza sovranazionale che abbia il compito di bloccare i siti di vendita on line all’origine e rafforzi il livello di sorveglianza in Rete". Così il Movimento Consumatori commenta la notizia del sequestro avvenuto oggi.

"Continua ad aumentare l’allarme per l’acquisto di medicinali on line, ma soprattutto – sostiene Rossella Miracapillo, responsabile dell’Osservatorio Farmaci & Salute del Movimento Consumatori – desta preoccupazione lo sfruttamento di nuovi canali da parte di questi venditori, che sull’onda dell’interesse degli utenti, utilizzano strumenti sempre più veloci e di maggiore presa sui navigatori di Internet".

Secondo Miracapillo, "si è passati, in breve tempo, dalla vendita tramite le "farmacie" on line,sponsorizzate con l’invio di spam (e-mail e newsletter) all’utilizzo dei social network. Servirsi di questi canali aiuta a "scavalcare" la naturale diffidenza degli utenti e a ottenere la fiducia necessaria per l’acquisto di questi farmaci.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


 

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)