La Guardia di Finanza ha sequestrato, nell’ambito di un’operazione su scala nazionale, sette milioni e mezzo di gratta e vinci irregolari che avrebbero permesso ai produttori un ricavo di oltre 12 milioni di euro. Nell’ambito dell’operazione, che si è conclusa dopo tre anni di indagini, 10 persone sono state denunciate per truffa ai danni dello Stato e frode in commercio. Vittime del raggiro, infatti, oltre allo Stato per i mancati incassi dei diritti erariali, sono i consumatori, ignari del fatto che quei tagliandi non portavano mai alle vincite promesse: sulla carta, infatti, i gratta e vinci garantivano anche vincite da 20-30 mila euro, ma in realtà il massimo non superava i 2-3 euro.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)