Una diffida inibitoria per Groupalia. A mandarla è il Movimento Consumatori, dopo aver ricevuto tante segnalazioni di consumatori che hanno acquistato "coupon" dal sito del Gruppo d’acquisto e non hanno ottenuto quanto pubblicizzato. "Molti consumatori – spiega Marco Gagliardi dell’ufficio legale del Movimento Consumatori – hanno infatti denunciato l’impossibilità di utilizzare, per eccessivo affollamento o scarsa collaborazione dei partners di Groupalia, buoni per viaggi, cene e trattamenti estetici e dentistici. Altri hanno manifestato insoddisfazione per beni e servizi non corrispondenti per qualità e caratteristiche a quelli reclamizzati sul portale Internet".

Secondo quanto previsto da due clausole contenute nelle condizioni di contratto sul sito della società spagnola, che opera tramite la formula "prendere o lasciare" in tempi rapidi, quest’ultima non sarebbe tuttavia responsabile né delle informazioni né dell’adempimento dei partners. "Movimento Consumatori ha contestato a Groupalia – continua Gagliardi – la vessatorietà di tali clausole e, nel caso in cui quest’ultima non provvederà all’eliminazione delle stesse, impegnandosi a vigilare sull’adempimento da parte dei propri partners e a rispondere in caso di disservizi nei confronti dei consumatori, promuoverà un’azione collettiva inibitoria". Tutti coloro che abbiano subito inadempimenti da parte di Groupalia potranno segnalarli a Movimento Consumatori tramite l’email azioni.collettive@movimentoconsumatori.it.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


 

 

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Help consumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d'informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull'associazionismo che li tutela

Parliamone ;-)