Diamanti da investimento, al via dal 19 luglio il maxiprocesso penale

Diamanti da investimento, al via dal 19 luglio il maxiprocesso penale

Lo scandalo dei diamanti, questione che ha coinvolto 22mila risparmiatori in tutta Italia, arriva a una svolta. Secondo informazioni raccolte da Assoutenti, entro marzo la Procura di Milano ritiene ragionevolmente di poter dare avvio al processo penale contro i vertici della società IDB, ora fallita, e degli Istituti di credito coinvolti nella distribuzione e vendita dei diamanti attraverso il canale bancario.

Nel frattempo, anche grazie all’azione della Procura, il Fallimento ha messo a disposizione in via transattiva e di accordo con i risparmiatori coinvolti un importo pari al 15% del prezzo di acquisto dei diamanti.

Diamanti, come accedere al “rimborso”

Per poter accedere a tale “rimborso”, occorre comunque presentare domanda di intervento tardivo nella procedura fallimentare entro il termine ultimo del 13 dicembre 2021.

 

Diamanti da investimento
Diamanti da investimento

 

Nel corso dell’anno verranno fissate alcune udienze per verificare gli interventi tardivi, la prima delle quali è convocata per il 15 marzo 2021.

“Tutti i risparmiatori che depositeranno l’istanza di intervento entro il 12 febbraio potranno vedere esaminate le proprie proposte all’udienza di marzo – spiega Assoutenti. – Possono intervenire nel fallimento sia chi ha in corso una controversia con gli Istituti di credito, sia chi ha raggiunto un accordo transattivo, sia coloro che, fino ad oggi, non hanno fatto nulla”.

Assoutenti è a disposizione dei proprio associati, coinvolti nella vicenda, per presentare le domande di ammissione al passivo ed eventualmente aderire all’offerta transattiva del Fallimento.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)