scontrino

Sono tante le realtà che in questo momento stanno mettendo in moto iniziative di solidarietà e cooperazione per supportare le famiglie in difficoltà. Sulla scia del “caffè sospeso”, nasce in Sicilia il Progetto Solidale “Lo scontrino sospeso”, realizzato dalla Sede Provinciale del Movimento Difesa del Cittadino Ragusa e ideato da Alessia Sudano, una socia del Movimento.

Come funziona “Lo scontrino sospeso”

I cittadini possono donare ai supermercati aderenti al progetto quote da € 5,00 in su, che verranno raccolte all’interno di una cassa speciale presso il punto vendita e chiamata “Lo scontrino sospeso”.

Con i fondi raccolti si darà vita a speciali bonus da €30,00 per nucleo familiare a settimana, che potranno essere utilizzati presso il punto vendita. Ai consumatori che vorranno usufruire del buono verrà chiesta copia della propria carta identità, copia dello stato di famiglia e la firma della liberatoria sulla privacy. E ad ogni utilizzo corrisponderà la firma su una scheda personale, dalla quale si evincerà il numero dei buoni che sono stati utilizzati nel tempo.

Ogni attività ha facoltà di decidere dove collocare e come pubblicizzare la Cassa all’interno del proprio spazio, elencando anche i beni che possono essere acquistati presso il punto vendita. I buoni cominceranno ad essere elargiti dall’1 aprile 2020, ma fin da subito i punti vendita aderenti all’iniziativa provvederanno a sistemare la Cassa de Lo Scontrino Sospeso e a raccogliere le donazioni dei clienti.

 

"Lo scontrino sospeso", l'iniziativa di MDC Ragusa
“Lo scontrino sospeso”, l’iniziativa di MDC Ragusa

Insieme per creare una rete di solidarietà

“L’obiettivo – spiega il Movimento – è che nel giro di pochissimo tempo aderiscano sempre più sedi e città in tutta Italia e che il progetto possa diventare un punto di riferimento per le famiglie che si troveranno a vivere le prossime settimane con inevitabile preoccupazione”.

Il Movimento Difesa del Cittadino – Sede di Ragusa ha invitato le sedi provinciali della Sicilia ma anche le 80 e più Sedi MDC su tutto il Territorio Nazionale affinché questo progetto venga replicato in ogni città, al fine di creare una rete di solidarietà fondamentale in questo delicato periodo storico.

Dopo soli pochi giorni il progetto ha avuto una diffusione capillare in tutta la Sicilia grazie all’impegno delle Sedi Territoriali MDC. E l’iniziativa inizia a prendere piede anche in Sardegna e Toscana, grazie all’impegno delle Sedi di Cagliari e Firenze.

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)