Pedopornografia online, Terre des Hommes lancia l'allarme

Pedopornografia online, Terre des Hommes lancia l'allarme

Sono 16 le associazioni criminali dedite alla diffusione di materiale pedopornografico smantellate dalla Polizia Postale; oltre 150 i gruppi pedofili identificati e 432 le persone coinvolte in tutto il mondo, di cui 81 italiani, e 17 arrestati in flagranza. È il risultato della maxi operazione, denominata “Luna Park”, condotta dalla Polizia Postale contro la pedopornografia online su Telegram e Whatsapp.

“Dopo due anni di indagini condotte “sotto copertura” sulla rete Internet – si legge in una nota – la Polizia Postale di Milano e del C.N.C.P.O. – Centro Nazionale per il Contrasto della Pedopornografia Online del Servizio Polizia Postale di Roma, hanno identificato 432 utenti che, sfruttando WhatsApp e Telegram, partecipavano a “canali” e “gruppi” finalizzati alla condivisione di foto e video pedopornografici“.

Pedopornografia online, Terre des Hommes lancia l’allarme

A seguito di questa notizia, Terre des Hommes lancia nuovamente l’allarme sull’ascesa inarrestabile della pornografia minorile, fattispecie di reato – ricorda – “disciplinata dall’art. 600-ter del codice penale, sotto il cui ombrello ricade l’utilizzo di minori di anni 18 nella produzione di esibizioni o spettacoli pornografici, oltre che la diffusione del materiale così prodotto, anche per via telematica”.

Terre des Hommes mette, quindi, in evidenza i preoccupanti dati dell’ultimo Dossier della Campagna Indifesa.

Secondo il Rapporto, in Italia sono 5.930 i minori vittime di reato nel 2019, il 60,5% delle quali bambine e ragazze (-1% rispetto al 2018, in cui erano 5.990). Il periodo che va dal 2009 al 2019 mostra un aumento del 41% di questi reati, un fenomeno che rivela tutta la sua drammatica realtà con una crescita in quasi tutte le fattispecie di reato.

 

Pedopornografia online

 

In particolare – spiega la Fondazione – negli ultimi 10 anni i reati di pornografia minorile hanno avuto un drammatico aumento del 333%, passando da 58 a 251, con una netta prevalenza di bambine e ragazze: il 74% delle vittime. Anche nel confronto con il 2018, la pornografia minorile è il reato che aumenta di più con un incremento del 26%, ossia 52 vittime in più rispetto al 2018. Ancora più impressionante l’aumento del 700% nel decennio (+11% rispetto al solo 2018) delle vittime del reato di detenzione di materiale pornografico, per l’84% bambine e ragazze.

“La pedopornografia online è un fenomeno purtroppo in crescita esponenziale, che merita una speciale attenzione sia da parte delle Istituzioni che della società civile. Negli ultimi 10 anni questa fattispecie di reato ha raggiunto livelli drammatici, come ci confermano le evidenze riportare all’interno della nona edizione del Dossier della Campagna Indifesa, che ha l’obiettivo di accendere i riflettori sui diritti negati a milioni di bambine e bambini in Italia e nel mondo e promuovere azioni concrete per assicurare loro un futuro di dignità”, commenta Paolo Ferrara, Direttore Generale di Terre des Hommes.

“C’è però ancora tanta strada da fare per garantire protezione ai nostri bambini e ragazzi – conclude Paolo Ferrara – e noi intendiamo contribuire a questa delicata sfida sostenendo le Istituzioni con dati sempre aggiornati e progetti che concorrano ad offrire loro un futuro più sicuro e libero da ogni forma di abuso e violenza”.

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)