Prorogata la scadenza del bando Orchidea

Il bando del progetto Orchidea ha prorogato la data di scadenza al 28 novembre. Una iniziativa che si pone l’obiettivo di offrire un’opportunità di cambiamento dal punto di vista dei servizi socio-sanitari, grazie alle attività svolte in contesti non medicalizzati per la cura e l’inserimento socio-lavorativo.

Il progetto è promosso da UILDM sezione di Mazara del Vallo, in collaborazione con il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) ed il circolo di Legambiente Francesco Lojacono.

“Abbiamo  deciso di prorogare la scadenza del bando per offrire l’opportunità ad una platea più vasta di persone di partecipare al progetto Orchidea – ha spiegato Giovanna Tramonte, Presidente UILDM Sezione di Mazara del Vallo, ente capofila. – Siamo molto orgogliosi di questo progetto e siamo sicuri che, insieme ai partner, daremo ai 100 destinatari/beneficiari la possibilità di lavorare ed incontrare il mondo dell’agricoltura anche come risorsa sociale, soprattutto in un momento così difficile per il Paese, in cui è necessario ampliare la solidarietà e l’attenzione verso i più fragili”.

 

Progetto Orchidea, la scadenza del bando è prorogata al 28 novembre
Progetto Orchidea, la scadenza del bando è prorogata al 28 novembre

Progetto Orchidea, obiettivi e attività

Il progetto Orchidea propone la creazione di percorsi didattici e socio-riabilitativi, formativi ed educativi rivolti a soggetti disabili del territorio, persone svantaggiate, famiglie e associazioni. Con particolare riguardo alla produzione agricola orientata ad offrire opportunità di integrazione ed inclusione sociale e finalizzata all’inserimento lavorativo a favore di persone che presentano forme di svantaggio psico-fisico oppure di disagio sociale.

Il progetto utilizza, dunque, un modello di intervento per l’orientamento al lavoro di soggetti in condizioni di disagio, che utilizzi l’agricoltura come “medium educativo”, sperimentando in realtà territoriali e aziendali diverse percorsi di progressivo avvicinamento al lavoro e di inserimento lavorativo.

Durata del tirocinio

Il tirocinio previsto dal progetto avrà la durata di 20 ore mensili per un periodo di tre mesi. La borsa tirocinio è di 200 euro al mese, ai quali si aggiungono rimborsi per le spese dovute al raggiungimento della sede di tirocinio, nel caso in cui si trovasse oltre i 30 km dal domicilio del destinatario.

Il progetto si svolge in 20 Regioni ed ha come obiettivo la promozione di pratiche che uniscano il mondo agricolo e contadino ad un programma di sviluppo orientato ai valori sociali, inclusione sociale e sviluppo di comunità locali, oltre a sensibilizzare le comunità aderenti verso i comportamenti consapevoli e stili di vita sostenibili, verso un consumo critico delle risorse e del consumo di prodotti a km 0.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)