mario draghi

Mario Draghi in conferenza stampa

La scuola riapre fino alla prima media. È quanto ha confermato oggi il presidente del Consiglio Mario Draghi in conferenza stampa rispondendo alle domande dei giornalisti. La notizia circolava già: dopo Pasqua le scuole riapriranno anche in zona rossa ma solo per i bambini più piccoli, dal nido alle scuole dell’infanzia, elementari e fino alla prima media. Draghi ha citato evidenze scientifiche per le quali le scuole sarebbero fonti di contagio limitato almeno in presenza delle altre restrizioni.

Le scuole riaprono ma solo fino alla prima media

Alla domanda sulla volontà di riaprire le scuole, il presidente del Consiglio ha confermato la riapertura ma solo fino alla prima media.

«Confermo la decisione di riaprire fino alla prima media – ha detto Draghi – Il ministro Bianchi sta lavorando perché questa riapertura avvenga in modo ordinato. Le decisioni prese nell’ultima cabina di regia hanno portato a una diminuzione del tasso di crescita dei contagi. Il resto della situazione rimane molto critica e preoccupante. La volontà della cabina di regia è che se ci fosse stato uno spazio, lo avremmo usato per la scuola. La scuola fino alla prima media, di per sé, non è fonte di contagio o lo è in forma molto limitata. Più si alza l’età scolastica più le attività parascolastiche aumentano. Gli altri provvedimenti restano fermi, le evidenze scientifiche mostrano che le scuole sono fonte di contagio molto limitato solo in presenza di tutte le altre restrizioni».

Non c’è ancora un termine per la proroga dello stato di emergenza.

«La chiusura dipende solo dai dati che abbiamo – ha detto Draghi – Le misure hanno dimostrato di non essere campate per aria. È desiderabile riaprire ma la decisione dipende esclusivamente dia dati che abbiamo a disposizione. Non abbiamo discusso la proroga dello stato di emergenza. Se potessi andare in vacanza, ci andrei volentieri».

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)