Scuola, il summit OMS-Europa

Scuola, il summit OMS-Europa

Il rientro a scuola, previsto per settembre, è alle porte. Ma tra genitori, insegnanti, operatori e studenti, è ancora forte il clima di incertezza dovuto all’emergenza sanitaria che stiamo attraversando. Intanto sono state rese note le linee guida nazionali per la ripresa della scuola e le raccomandazioni per la gestione di eventuali casi e focolai all’interno degli istituti scolastici.

Federconsumatori, con l’obiettivo di fare chiarezza sulle varie disposizioni adottate, ha redatto una breve guida relativa alle misure di prevenzione e sicurezza, dal distanziamento alla sanificazione delle aule.

Accesso alla scuola

Per l’accesso alla scuola è previsto l’utilizzo della mascherina per tutti gli alunni dai 6 ani in su, anche quando si è seduti tra i banchi, qualora non sia possibile il distanziamento di un metro. Ma – sottolinea Federconsumatori – il Comitato Tecnico Scientifico si esprimerà nuovamente a fine agosto.

All’ingresso non è prevista, né per gli alunni, né per il personale, la rilevazione della temperatura corporea – prosegue l’associazione –  che dovrà essere misurata a casa, prima di recarsi a scuola. Ma non potrà accedere chi manifesta sintomatologia respiratoria o temperatura corporea oltre i 37,5°C.

 

Scuola e Covid-19, misure di prevenzione e sicurezza
Scuola e Covid-19, misure di prevenzione e sicurezza

Mense, banchi e sanificazione delle aule

Il servizio mensa sarà assicurato, prevedendo però differenti turni tra le classi. Ove i locali mensa non siano presenti o vengano “riconvertiti” in spazi destinati ad accogliere l’attività didattica ordinaria, il pasto potrà essere consumato in aula. In tal caso – scrive Federconsumatori – dovrà essere garantita l’opportuna aerazione e sanificazione degli ambienti e degli arredi utilizzati prima e dopo il consumo del pasto.

Per quanto riguarda la “questione banchi”, i primi banchi monoposto arriveranno a settembre, entro fine ottobre arriveranno tutti quelli richiesti.

Il Ministero dell’Istruzione – si legge nella guida – specifica che nelle scuole si dovrà assicurare la pulizia giornaliera e la igienizzazione periodica di tutti gli ambienti, predisponendo un cronoprogramma ben definito, da documentare attraverso un registro aggiornato di tutti gli spazi, gli arredi e gli oggetti. Saranno inoltre messi a disposizione prodotti igienizzanti, saponi e quanto necessario per assicurare la tutela della salute. Per questi scopi sono già stati erogati finanziamenti appositi alle istituzioni scolastiche.

Il referente Covid-19

Ad ogni scuola verrà chiesto di nominare un referente Covid-19, che si interfaccerà con la Asl di competenza e verrà formato sulle procedure da seguire. Al referente saranno segnalati i casi di alunni sintomatici e dovrà controllare eventuali “assenze elevate” (sopra al 40%) di studenti in una singola classe.

Stanziamenti straordinari e help desk per la scuola

In vista del rientro a scuola – si legge nella guida – sono stati stanziati 2,9 miliardi per consentire lavori di edilizia scolastica, affitto di nuovi spazi, acquisto di nuovi arredi, incremento di 50mila docenti e ATA per gestire l’emergenza, formazione del personale, acquisto di strumenti tecnologici.

Inoltre, sono state stanziate risorse per fornire a oltre 425mila studenti meno abbienti libri gratis e dispositivi digitali che saranno distribuiti direttamente dalle scuole, a settembre. Dal 24 agosto è stato predisposto, infine, un helpdesk per le scuole, a cui gli istituti potranno rivolgersi in caso di dubbi e quesiti.

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)