Cenone 2022, buono il menu della tradizione ma occhio al prezzo (fonte immagine Pixabay)

Cenone 2022, quanto costano i piatti delle feste? Le festività natalizie e di fine anno sono caratterizzate da sempre per l’attenzione alle portate da servire in tavola, fra piatti della tradizione e irrimediabili strappi alla regole della nutrizione e un trionfo di primi e secondi, pesce e contorni, dolci e spumante. Ma con l’inflazione alle stelle e il caro prezzi che grava sulla lista della spesa, quando dovranno spendere le famiglie per il cenone 2022 di Natale e Capodanno?

Secondo Federconsumatori, il costo del menu quest’anno aumenta del 13,2% per il cenone della Vigilia di Natale e del 9,6% per quello di Capodanno. Sempre che non si opti per portate più economiche, scegliendo un menu meno “pregiato” e risparmiando un po’ sulla lista della spesa.

Le feste 2022, solo un terzo degli italiani a tavola fuori casa

L’andamento delle feste 2022 monitorato dall’Osservatorio nazionale Federconsumatori dice che circa il 16% dei cittadini ha intenzione di trascorrere qualche giorno di vacanza lontano dalla propria città di residenza, prediligendo soprattutto mete nazionali o ospitalità presso amici e parenti.

Il cenone, che sia Natale o capodanno, è soprattutto in casa o da parenti e amici, mentre un terzo degli italiani (circa il 32,6%) prenoterà almeno uno tra il pranzo di Natale e la vigilia di Capodanno fuori casa, presso un ristorante o un locale adibito all’organizzazione di grandi eventi.

Cenone 2022, quanto costano menu tradizionale e quello più economico

I piatti della tradizione saranno i protagonisti indiscussi del cenone, ma quanto costeranno? Per un cenone di Natale di sei persone, bisogna mettere in conto una spesa complessiva di oltre 240 euro, circa 40 euro a persona. Se invece si sceglie un menù più economico si risparmia quasi la metà e la cifra si ferma, sempre per sei persone, a 130 euro. Da dove vengono i risparmi? Dalla scelta di pesce meno pregiato o gettonato o costoso – trota al posto della spigola, niente zuppa di pesce – di vino da tavola invece che vino doc e da ritocchi al ribasso per prodotti meno gourmet.

Secondo il conti dell’associazione, che ha preso in considerazione per il cenone di Natale e Capodanno due tipologie di menu, una standard e una più economica, «la spesa media per il menu “classico” della cena di Natale sarà di 40,42 euro a persona, con un incremento del +13,2% rispetto allo scorso anno, mentre per il menu low cost la cifra si attesterà a quota 21,80 euro a persona (quasi il 50% in meno rispetto al menu classico), con un aumento del +21,7% rispetto al 2021».

 

Federconsumatori Cenone di capodanno 2022

 

Federconsumatori Cenone di capodanno low cost 2022

 

Il cenone di Capodanno 2022

Analogo conteggio per il cenone di Capodanno, con la differenza fra menu classico e menu meno costoso. Il primo costerà 49,60 euro a persona (+9,6% rispetto al 2021); l’opzione più economica, invece, implicherà una spesa inferiore del 40% rispetto al menu classico: 29,88 euro a testa (+6,7% rispetto al 2021).

Anche in questo caso, qualche risparmio c’è se si sostituisce salmone, pasta fresca e vongole con spaghetti, preparato di mare, alici marinate, spumante meno costoso e via conteggiando.

In ogni caso, il cenone è comunque più caro rispetto a quello dello scorso anno – sia per la Vigilia di Natale che per Capodanno.

Gli aumenti più significativi, spiega Federconsumatori, riguardano il pesce e la frutta secca. I rincari incideranno dunque sulla composizione del menu, che in molto rivedranno alla luce del budget ridotto.

Come risparmiare sul menu del cenone

Come risparmiare sul menu? Un punto di partenza è approfittare di occasioni e promozioni diffuse nei punti vendita (ma attenzione all’eccesso di acquisto) senza dimenticare però la lista della spesa e non accedere con la quantità. Meglio privilegiare la qualità. Federconsumatori consiglia allora di stilare un menu dettagliato, in base al quale acquistare solo ciò che è veramente necessario; preferire la qualità alla quantità; congelare gli avanzi o riutilizzarli per preparare altre portate (sul web spopolano le ricette di pietanze realizzate con gli “avanzi” del cenone).


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Direttrice di Help Consumatori. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, società e ambiente, bambini e infanzia, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Hobby: narrativa contemporanea, cinema, passeggiate al mare.

Parliamone ;-)