bambino davanti alla tv

Bambini davanti allo schermo, per quanto tempo?

Quanti bambini piccoli rispettano le prescrizioni che limitano il tempo da passare davanti allo schermo? Solo un quarto dei bambini piccolissimi, al di sotto dei 2 anni, evita totalmente di stare davanti a uno schermo durante la giornata, mentre solo il 35,6% dei bambini dai 2 ai 5 anni vi passa non più di un’ora al giorno.

È quanto emerge da una meta analisi pubblicata su Jama Pediatrics. I risultati di quest’analisi (che fa riferimento a 95 studi per un totale di oltre 89 mila bambini) indicano che solo una minoranza di bambini di 5 anni, o di età inferiore, rispetta le linee guida sul tempo da trascorrere davanti a schermi e monitor nel corso della giornata. E questo, dice la ricerca, evidenzia la necessità di dare supporto e risorse alle famiglie per adattare alla vita le linee guida.

 

bambino con smartphone

 

I bambini davanti allo schermo, le linee guida e la realtà

Le linee guida pediatriche, ricorda ancora l’analisi, suggeriscono che i bambini di età inferiore ai 2 anni evitino del tutto di passare del tempo davanti a uno schermo (quindi zero ore al giorno), mentre i bambini di età compresa tra 2 e 5 anni non dovrebbero passare più di un’ora al giorno davanti a un monitor.

«Un bambino su 4 di età inferiore a 2 anni e 1 bambino su 3 di età compresa tra 2 e 5 anni rispettano le linee guida sul tempo davanti allo schermo, e questo evidenzia la necessità di ulteriori iniziative di salute pubblica volte a promuovere un sano uso dei dispositivi», è la conclusione dell’indagine.

La meta analisi rileva dunque che il 24,7% dei bambini di età inferiore a 2 anni rispetta l’indicazione di evitare il ricorso allo schermo, mentre il 35,6% dei bambini di età compresa tra 2 e 5 anni rispetta le linee guida che suggeriscono di non trascorrere più di 1 ora al giorno davanti a schermi e monitor.

Per i bambini più piccoli, di età inferiore ai 2 anni, il dato sul tempo passato davanti a uno schermo varia a seconda dell’anno di raccolta dei dati (nel tempo questo tempo è aumentato), del metodo di misurazione (è maggiore se i dati sono raccolti con questionari piuttosto che via intervista) e del tipo di uso del dispositivo. In questo caso, è maggiore quando c’è una combinazione di più attività di uso dello schermo rispetto alla visione della tv o di un film.

Per i bambini dai 2 ai 5 anni, invece, il tempo trascorso davanti allo schermo risulta maggiore quando si tratta di vedere solo la televisione o un film, piuttosto che ricorrere a più attività di uso del monitor.

In pratica, conclude l’indagine, i risultati di questa meta-analisi indicano che solo una minoranza di bambini di età pari o inferiore a 5 anni rispetta le linee guida sul tempo da trascorrere davanti allo schermo.


Vuoi ricevere altri aggiornamenti su questi temi?
Iscriviti alla newsletter!



Dopo aver inviato il modulo, controlla la tua casella per confermare l'iscrizione
Privacy Policy


Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)