Ludopatia, aumentano le richieste di sostegno dei giocatori

Ludopatia, aumentano le richieste di sostegno dei giocatori

È sempre operativo il Telefono Verde Nazionale per le problematiche legate al Gioco d’Azzardo (TVNGA) – 800 558822 – dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), per raccogliere le richieste di supporto delle persone affette da ludopatia e dei loro familiari. Il TVNGA è un servizio anonimo e gratuito, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 alle ore 16.00.

“Dalle scommesse online fino alle slot-machine, secondo i dati dell’Osservatorio nazionale presentati nel 2019 al Parlamento, tra gli 8 e i 10 milioni di persone in Italia giocano d’azzardo, mentre 1,3 milioni sono i malati di ludopatia, con una vera e propria diagnosi accertata di dipendenza patologica”. È quanto affermato da Roberta Pacifici, direttore del Centro Dipendenze e Doping dell’ISS, nell’intervista dell’Ansa riportata dal Ministero della Salute.

“L’impossibilità di giocare d’azzardo per una persona con un disturbo specifico può causare un aumento del livello di stress, inquietudine, aggressività, disturbi del sonno al punto tale da inasprire le relazioni di convivenza”, si legge nella nota del Ministero.

Pertanto, soprattutto in questo periodo, l’aiuto dei professionisti si rivela fondamentale per aiutare chi sta affrontando i problemi legati alla dipendenza dal gioco d’azzardo e i familiari che convivono con loro 24 ore su 24.

 

Ludopatia, aumentano le richieste di sostegno dei giocatori
Ludopatia, aumentano le richieste di sostegno dei giocatori

Ludopatia, aumenta la consapevolezza dei giocatori

Secondo quanto rilevato dall’ISS, il lockdown ha portato a una presa maggiore di coscienza da parte delle persone affette da tale disturbo e una maggiore consapevolezza su questa dipendenza. Cambia infatti la durata delle telefonate (da una media di 15 minuti ad almeno 40 minuti) e cambia la tipologia delle chiamate.

Sono circa 350 le chiamate da parte di giocatori problematici che ogni mese arrivano al Numero verde per le problematiche legate al Gioco d’Azzardo. “Dall’entrata in vigore delle norme sul distanziamento sociale non è cambiato il numero di chiamate che riceviamo ogni giorno ma la tipologia – ha spiegato Pacifici – Prima chiamavano al 50% giocatori e famigliari, oggi la quasi totalità delle chiamate arriva da giocatori che chiedono sostegno, perché lo stare in casa sta mettendo in evidenza la dipendenza e le crisi di astinenza. Ansia insonnia, pensiero ossessivo, aggressività: la sintomatologia che manifestano”.

Diverse le motivazioni che spingono i giocatori a rivolgersi al Telefono Verde, dal bisogno di aiuto per gestire e superare l’impulso a giocare alle problematiche di tipo economico, alla difficoltà di parlarne con i propri cari. Tante anche le chiamate dei familiari stessi, che si trovano a convivere tutto il giorno con una persona difficile da gestire o che tende sempre di più all’isolamento, assorbita dal gioco online, scelto da molti giocatori come alternativa.

“Grazie a questo servizio – si legge nel focus dedicato a gioco d’azzardo e Covid-19 sul sito dell’ISS (Istituto Superiore di Sanità) – giocatori e familiari possono uscire da una condizione di solitudine, sperimentare la fiducia nelle risorse proprie e del territorio e soprattutto avere consapevolezza di non essere soli nell’intraprendere un percorso di cambiamento”.

Scrive per noi

Francesca Marras
Francesca Marras
Mi sono laureata in Scienze Internazionali con una tesi sulle politiche del lavoro e la questione sindacale in Cina, a conclusione di un percorso di studi che ho scelto spinta dal mio forte interesse per i diritti umani e per le tematiche sociali. Mi sono avvicinata al mondo consumerista e della tutela del cittadino nel 2015 grazie al Servizio Civile. Ho avuto così modo di occuparmi di argomenti diversi, dall'ambiente alla cybersecurity e tutto ciò che riguarda i diritti del consumatore. Coltivo da anni la passione per i media e il giornalismo e mi piace tenermi sempre aggiornata sui nuovi mezzi di comunicazione. Una parte della mia vita, professionale e non, è dedicata al teatro e al cinema.

Parliamone ;-)