open fiber

Open Fiber, dal sito ufficiale www.openfiber.it

Una pubblicità poco chiara per il consumatore. È quello che pensa l’associazione UDiCon che ha deciso di segnalare la pubblicità di Oper Fiber all’Autorità Antitrust.

Open Fiber, il messaggio pubblicitario

Nel mirino dell’associazione c’è la pubblicità Open Fiber: #iorestoacasa con 1 Giga/sec e 60 euro di sconto.

Open Fiber, si legge nella promozione, lavora per fornire ai cittadini «una connettività a 1 Gigabit al secondo su rete in fibra ottica FTTH (cioè fino a casa), in grado di soddisfare al meglio le loro esigenze di comunicazione, di lavoro e di svago».

«L’azienda, che opera solamente nel mercato all’ingrosso, fino al 20 di aprile mette a disposizione dei cinquanta provider partner aderenti all’iniziativa 60 euro di sconto, che a loro volta gli operatori applicheranno per tutte le nuove attivazioni con modalità differenziate – si legge in una nota – I cittadini che decideranno di accedere alla rete Open Fiber potranno così usufruire di una infrastruttura di ultima generazione capace di assorbire agevolmente i volumi crescenti di traffico senza incorrere negli inevitabili rallentamenti, colli di bottiglia e disservizi cui le reti di vecchia generazione sono soggette».

UDiCon: pubblicità poco chiara

Per UDiCon la pubblicità è poco chiara e potenzialmente ingannevole.

Sostiene il presidente nazionale dell’associazione Denis Nesci: «La società sponsorizza l’erogazione di uno sconto di 60,00 euro per tutti gli utenti che faranno domanda di attivazione di una linea internet con tecnologia FTTH presso un gestore di telecomunicazioni aderente. Open Fiber è un operatore wholesale only nel mercato italiano di infrastrutture di rete, che ha come scopo quello di realizzare un’infrastruttura di rete a banda ultra larga interamente in fibra ottica FTTH in tutte le regioni italiane. Proprio per questo motivo la società non dovrebbe interfacciarsi con i consumatori finali in quanto questo compito spetterebbe agli operatori di telecomunicazioni – continua Nesci – ci sembra alquanto strana ed insolita questa condotta e il consumatore che legge quella pubblicità non percepisce né le modalità per usufruire dello sconto, né capisce quali sono i gestori che aderiscono all’iniziativa, magari scambiando Oper Fiber per uno di questi».

L’associazione ha deciso di inviare una segnalazione all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato perché faccia chiarezza.

Scrive per noi

Redazione
Redazione
Helpconsumatori è la prima e unica agenzia quotidiana d’informazione sui diritti dei cittadini-consumatori e sull’associazionismo organizzato che li tutela.

Parliamone ;-)