Gli italiani amano l'e-commerce

Shopping online in pandemia., come sono cambiate le abitudini dei consumatori

Scegli il tuo shopping online e ti dirò che consumatore sei. Se l’anno appena passato ha cambiato qualcosa nel consumo, di sicuro è stato nella crescita dello shopping online. Più consumatori hanno fatto acquisti sul web.

Il 2020 ha cambiato e ridefinito le abitudini dei consumatori, tanto che con la pandemia e il lockdown forzato c’è stato un aumento degli acquisti online. Il 49% dei consumatori ha aumentato il suo shopping online, per due consumatori su tre (il 67%) la priorità negli acquisti è in rapporto qualità-prezzo.

Shopping online 2021

Lo shopping online del 2021 si orienterà al prezzo, sceglierà le promozioni e le offerte come pure le recensioni positive dei prodotti. Le tendenze degli acquisti online nell’anno appena iniziato vengono da una ricerca globale condotta dalla Fintech Klarna che ha cercato di capire come sia cambiato negli ultimi mesi l’approccio dei consumatori allo shopping online.

«A guidare gli acquisti – dice l’indagine – sono anche promozioni e offerte (60%), recensioni positive e affidabilità dei prodotti (60%), nonché la disponibilità di un’ampia gamma di articoli (58%)».

 

Fare Shopping online

 

Fattore prezzo e recensioni positive

Anche in Italia un consumatore su tre aspetta i saldi per fare spese, anche online. Oltre al fattore prezzo (il 36% dei consumatori italiani preferisce il periodo dei saldi) pesano anche i consigli condivisi nelle recensioni o quelli che vengono da parenti e amici, che hanno influenza nello shopping online per il 34% dei consumatori.

Altri fattori che rivestono un peso e influenzano gli acquisti online sono la presenza di procedure di reso semplice (55%) e opzioni di consegna in giornata o il giorno successivo (51%).

«Anche la possibilità di pagare in modo personalizzato – dice l’indagine – ha acquisito maggiore importanza: oltre 4 consumatori su 10 (42%) preferiscono acquistare da chi offre opzioni di pagamento flessibili, mentre 3 su 10 (32%) scelgono di non rivolgersi a chi non offre questo servizio».

Shopping online e tipi di consumatori

Lo shopping online sarà dunque centrale anche per quest’anno. Ma l’analisi di Klarna si spinge a identificare cinque diversi tipi di consumatori che fanno sì attenzione a qualità e prezzo, ma hanno anche un comportamento che riflette atteggiamenti e abitudini diverse, in parte motivate dalle risorse economiche e in parte da caratteristiche più personali.

Questo significa dare un peso diverso ai consigli degli amici, trovare o meno ispirazione dai social, scegliere un brand o essere poco fedeli ai marchi anche nello shopping online.

I supereroi della famiglia

Ci sono ad esempio quelli che vengono chiamati i supereroi della famiglia.

«Per loro la famiglia viene prima di tutto. Hanno una vita frenetica, in cui i contrattempi sono all’ordine del giorno: poter fare acquisti online rappresenta quindi una comodità irrinunciabile. Spesso non prestano attenzione al brand in fase di acquisto (30%) e sono quindi più difficili da fidelizzare. Rispetto al passato, sono i consumatori più propensi a provare nuovi marchi (55%)».

Gli ambiziosi

Sono i consumatori che hanno un certo benessere economico, confrontano spesso le offerte, scelgono prodotti di qualità.

«Sono i più inclini a mantenersi fedeli a determinati brand nelle varie categorie merceologiche (45%). I prodotti di alta qualità sono un must: per oltre la metà di loro (57%) tutti i brand dovrebbero disporre di un’offerta premium».

Gli istintivi

Sono consumatori che spendono quanto guadagnano e si ispirano anche ai social media.

«Quasi 6 su 10 (58%) affermano di volersi viziare regalandosi capi d’abbigliamento particolari, nonostante ultimamente si esca meno. Sono i consumatori più influenzati dagli spot televisivi (24%)».

Gli esperti di moda

I consumatori esperti di moda trovano spesso ispirazione online e sono sempre alla ricerca delle migliori offerte, anche perché non hanno una grande disponibilità economica.

«Acquistano da brand e negozi che applicano promozioni e offerte (45%) e che garantiscono la disponibilità di un’ampia gamma di prodotti (45%). Considerano inoltre importante la possibilità di usufruire di opzioni di pagamento flessibili (36%), che li spingono ad acquistare di più (35%) e regolarmente (33%)».

I consumatori consapevoli

I consumatori consapevoli sono quelli che cercano anche la sostenibilità nello shopping online.

«Preferiscono verificare in prima persona le notizie, perciò sono i più propensi (36%) a privilegiare le informazioni dei siti ufficiali di brand e negozi, rispetto all’opinione di amici e parenti. Affidabilità e una buona reputazione sono gli elementi che spingono questa tipologia di consumatori ad acquistare regolarmente i prodotti di un brand (42%)».

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)