ebook

Cresce l'interesse per la lettura digitale

La lettura digitale si fa spazio. Complice anche la quarantena, che ha costretto tutti in casa, in molti si sono avvicinati ai libri in formato digitale. La carta rimane forse il desiderio di pochi seguaci?

Solo il 4,4% degli intervistati in un sondaggio condotto dal portale idealo dice che non rinuncerebbe mai al libro cartaceo. E poco meno di quattro lettori su dieci dicono di preferire la carta rispetto alla possibilità offerte dalla lettura digitale, su un eBook reader, su tablet, addirittura su smartphone.

La lettura digitale si è fatta strada e per molti aspetti è ritenuta più comoda. Quando si deve partire, quando si devono leggere bei tomi. Probabilmente, però, ci sarà un’integrazione fra i diversi formati.

 

 

interesse per la lettura digitale
Interesse per la lettura digitale. Fonte: idealo 2020

 

Lettura digitale, l’indagine

«Per tanti anni la lettura digitale è stata guardata con diffidenza da chi riteneva che leggere non potesse che essere un’attività analogica – commenta Fabio Plebani, Country Manager di idealo per l’Italia – ma i dati della nostra indagine e del relativo sondaggio online ci dimostrano come probabilmente queste due realtà stiano imparando a convivere e che non necessariamente l’una debba soppiantare l’altra. Continua ad esistere chi non vuole rinunciare alla sensazione tattile di sfogliare il proprio libro del cuore, mentre parallelamente cresce il numero di quanti approfittano della tecnologia per provare un’esperienza differente – forse meno romantica ma più pratica – e della comparazione prezzi per risparmiare sul proprio acquisto».

I dati vengono da un’indagine che idealo, portale internazionale di comparazione prezzi, ha fatto sulla base dei propri dati – le intenzioni di acquisto di eBook reader nel confronto annuale – e di un sondaggio online fatto a luglio cui hanno risposto poco meno di duemila persone.

Oltre due terzi degli italiani ha letto di più nel 2020, dice il portale, e l’interesse per la lettura digitale cresce molto rispetto allo scorso anno.

Quasi la metà degli italiani, il 46,1%, dice di preferire l’eBook reader alla carta stampata. I supporti per la lettura di libri elettronici sono strumenti sempre più apprezzati.

 

sondaggio idealo
Sondaggio preferenze supporto. Fonte: idealo 2020

 

Lettura digitale vs lettura su carta

L’interesse degli italiani online per gli eBook reader è aumentato in media, nell’ultimo anno, del +79,5%  (secondo analisi fatte sul portale italiano, sulla base delle intenzioni di acquisto nel confronto annuale).

Il 62,8% degli italiani, secondo il sondaggio fatto da idealo, preferisce il supporto digitale (eBook reader 46,1%, tablet 9,0%, smartphone 7,7%) alla lettura del libro su carta, preferita dal 37,2%.

È facile immaginare che anche il lockdown abbia avuto il suo peso, sia in un certo aumento della lettura (cosa si fa, chiusi in casa, oltre a stare online, sulle chat e sui social?) sia nell’aver avvicinato qualcuno alla lettura digitale.

«Oltre 2/3 dei rispondenti al sondaggio (75,7%) ha dichiarato – dice idealo – di aver letto di più negli ultimi mesi, anche a causa del lockdown che ci ha costretti in casa per molte settimane e ha dato tempo, anche ai più scettici, di provare la lettura digitale. Da marzo ad oggi, infatti, l’interesse online verso gli eBook reader ha registrato un picco del +45,7% e più della metà di coloro che hanno risposto al sondaggio ha detto di aver letto più libri in formato digitale durante il lockdown (55,5%)».

Il vantaggio che gli utenti riconoscono alla lettura digitale rispetto al libro di carta è la comodità, specialmente quando si è in movimento. Il formato digitale è ritenuto più pratico del libro cartaceo per il 44,5%, o più pratico per libri corposi. Solo il 4,4% del campione ha risposto che non rinuncerebbe mai al libro cartaceo.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

1 thought on “Il romanzo? Lo leggo sul tablet. Avanza l’interesse per la lettura digitale

  1. da tanti anni ormai compro SOLO libri digitali e per tanti motivi: spazio in casa (piccola, con tanti libri di carta), prezzo dei libri (esagerato per quelli di carta, per lo più umano per quelli digitali). hanno però due difetti: testi PIENI ZEPPI di strafalcioni e traduzioni fatte da google e non da traduttori – molti editori non ristampano ancora in digitale romanzi vecchiotti, questo mi secca molto perchè vorrei tanto fare un po’ di spazio eliminando i libri cartacei ma ancora non ci sono i digitali, per lo meno IN ITALIANO.
    spero sempre che inventino un programma che permetta di tradurre all’istante un testo un po’ meglio di google translator, così bypasserei gli editori italiani, fin troppo latitanti. quante serie interrotte per colpa loro……..

Parliamone ;-)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: