Estate tempo di viaggi e di vacanze, c’è chi parte in aereo, chi in treno, chi con un viaggio tutto organizzato, chi prende il traghetto e chi invece preferisce utilizzare l’automobile per potersi organizzare come meglio preferisce senza avere vincoli di ogni genere. E in questi casi a cosa e bene stare attenti? Sicuramente ai documenti da portare con sé, al rispetto di tutte le norme di circolazione a seconda del Paese in cui si pensa di trascorrere la vacanza, a tutti i controlli da fare alla propria autovettura per non avere spiacevoli sorprese durante tutto il tragitto della vacanza. E cosi se la meta vacanziera eè di nazionalità italiana sarà sufficiente esibire uno dei documenti di identificazione equipollente alla carta di identità come ad esempio il passaporto o la patente di guida, mentre in caso di viaggio all’interno degli stati Schengen o extra Schengen occorrerà essere in possesso di una carta di identità valida per l’espatrio, il passaporto o un ulteriore documento di viaggio specificamente riconosciuto dallo Stato in cui si vuole arrivare.

È bene poi ricordare che la patente italiana consente agli automobilisti di guidare in tutti i Paesi dell’Unione europea e in diversi Paesi extra europei, e per questa specifica informazione è opportuno consultare il sito www.viaggiaresicuri.it della Farnesina per avere maggiore contezza della documentazione specifica da rispettare a seconda del Paese di destinazione. Per la maggior parte dei Paesi extra Ue occorre un permesso internazionale di guida da utilizzare unitamente alla propria patente di guida nazionale in corso di validità.

Prima di partire cosa fare? Sicuramente sarà opportuno verificare le condizioni meteorologiche e il traffico previsto per evitare bollini rossi o neri e restare incolonnati in autostrada con il rischio di malori o eventuali disagi. Sarà poi fondamentale verificare lo stato della propria autovettura con particolare attenzione alle parti meccaniche, un check-up completo del proprio veicolo prima di partire per un viaggio è sempre consigliabile, dovrebbe diventare una prassi.

Quali sono i principali controlli da effettuare? Il primo controllo è sulla pressione degli pneumatici, verificando anche che non vi siano fori o tagli nelle gomme; poi sul livello dell’olio del motore e del liquido dei freni, anche questo importante se si considera che il livello al di sotto del minimo garantito potrebbe compromettere l’azione dei freni. Verificare il livello del liquido del vetro rientra anche esso tra le attività da ricordarsi da fare rabboccando il serbatoio laddove necessario per non farsi trovare sorpresi caso di necessita. Anche una verifica sullo stato dei tergicristalli e delle luci sono importanti perciò non dimenticarli! Allaccia sempre le cinture di sicurezza e falle allacciare a tutti i viaggiatori dell’autoveicolo, oltre a essere un obbligo di legge è anche importante per limitare eventuali danni da frenate o collisioni con altri veicoli in velocita. Non dimenticare poi di rispettare sempre la distanza di sicurezza con il veicolo anteriore in modo da avere un margine di frenata garantito che non coinvolga eventuali ulteriori veicoli presenti sulla carreggiata. Rispetta i limiti di velocita e verifica i limiti previsti nel Paese di destinazione, all’interno dell’UE le regole sono omogenee ma non mancano le eccezioni, pertanto èsempre bene accertarsi prima delle norme previste in modo da partire avendone già conoscenza.

E se viaggio con un bambino? Assolutamente non trasportare i propri figli in braccio durante il viaggio ma munirsi di un seggiolino omologato rispetto all’età del minore, da agganciare anche agli appositi ganci in possesso della vostra autovettura. Assicurarsi poi che il seggiolino sia ben saldo!

E se viaggio con il mio migliore amico a quattro zampe? Sicuramente non è possibile trasportarlo durante il viaggio slegato o in braccio, ma anche in questo caso sarà necessario rispettare le norme specifiche fissate. Nel caso specifico l’animale domestico dovrà essere trasportato con un trasportino o nel bagagliaio con una rete divisoria soprattutto per i viaggi lunghi in modo da potergli garantire lo spazio necessario. Un ultimo consiglio poi è quello di non distarsi alla guida con il telefono cellulare o con altre fonti di distrazioni, ma di concentrarsi sul viaggio e su una guida consapevole che non metta a rischio la propria incolumità o quella degli altri viaggiatori. Sperando di avervi fornito qualche consiglio utile non ci resta che augurarvi buon viaggio!

 

di Claudia Ciriello

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)