Settimana bianca e weekend sulla neve: si parte più dello scorso anno e si spende di più. Quest’anno 11 milioni di italiani si sono concessi (o si concederanno) una vacanza sulla neve fra gennaio e marzo, più 4,3% rispetto al 2018, per un giro d’affari pari a 8,2 miliardi di euro, in aumento dell’11,9%. I dati vengono da Federalberghi, che commenta: “Gli italiani non rinunciano alla settimana bianca, preferiscono i monti del nostro Paese e in molti casi prolungano il piacere dello sci con qualche fine settimana aggiuntivo. Alcuni prediligono tempi più corti, dedicando alla neve intensi fine settimana invernali”.

“Ciò che i numeri ci dicono oggi è che l’Italia per il turismo bianco si conferma in pole position tra le mete favorite dei nostri concittadini. Bello pensare che la montagna sia un prodotto così ambito e riconosciuto da far muovere una così ampia popolazione di turismo interno – commenta il presidente Federalberghi, Bernabò Bocca – Penso che non sia un azzardo dire che questa performance rappresenti un buon traino per il periodo di vacanza relativo alle festività pasquali, dal quale peraltro ci distanziano solo poche settimane. Ciò che fa ben sperare è inoltre la fortunata congiuntura dei ponti del 25 aprile e del 1° maggio”.

L’indagine sul “turismo bianco”, realizzata con il supporto dell’istituto ACS Marketing Solutions, dice che sono appunto 11 milioni gli italiani  che hanno trascorso o trascorreranno una vacanza sulla neve tra gennaio e marzo 2019, con un incremento di circa il 4,3% rispetto al 2018 (10,5 milioni). Circa 6,2 milioni fanno la classica settimana bianca (+6,1% rispetto al 2018), mentre 4,8 milioni hanno scelto di concentrare le proprie vacanze nei week end (+2,1%). Il turismo sulla neve muove quest’anno un giro d’affari di 8,2 miliardi di euro, contro i 7,3 miliardi dello scorso anno.

Si va in settimana bianca in Italia, soprattutto in Trentino Alto Adige. Il 95,9% degli intervistati ha scelto infatti di trascorrere la settimana bianca in l’Italia. Le regioni più gettonate sono il Trentino-Alto Adige che si conferma leader con il 21,9% della domanda, seguito da Lombardia (14,6%), Valle d’Aosta (12%), Piemonte (11,7%) e Friuli-Venezia Giulia (9,4%). Aumenta anche la spesa procapite per la settimana bianca, che si attesta a 737 euro per persona (+1,7% rispetto ai 725 euro del 2018), mentre la spesa media a persona relativa a ai week end sarà di 346 euro (335 nel 2018, con un incremento del 3,28%).

Il turismo è sempre più collegato alle ricerche online. Quasi sei italiani su dieci prenotano la settimana bianca consultando la Rete e i social media, e di questi il 39,3% vuole vedere la struttura prescelta ed informarsi sui servizi; il 35,7% vuole informazioni sulle località; il 35,5% vuole conoscere e comparare i prezzi e solo un 12,7% di indecisi verifica le opzioni proposte e le recensioni presenti in rete. Il 68,3% prenota la settimana bianca contattando direttamente la struttura recettiva.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)