viaggio viaggiare

Italiani in fase 2, sono pronti?

Nella lista delle cose da fare per il 2020 c’è un progetto economico e familiare che svetta su tutti: viaggiare. I viaggi sono in cima alla classifica dei desideri degli italiani, al primo posto come primo progetto da realizzare per il 26% dei connazionali (il 30% nella fascia d’età 55-75 anni) prima ancora dell’acquisto di un’auto (19%) o della casa (14%).

Il focus dell’Osservatorio Compass dedicato ai viaggi e alle vacanze restituisce i desideri dei connazionali fra volontà di fare nuove esperienze e di godersi il relax e tradizionale passione per le località di mare e le città d’arte.

 

viaggio viaggiare
Il viaggio, fra relax e avventura

 

Viaggi & soldi

Il budget di spesa? Per il viaggio si mettono in conto, in media, 1600 euro. Un intervistato su quattro spenderà oltre 2 mila euro, uno su dieci andrà oltre i 3 mila euro. Nelle intenzioni di spesa, a pari merito il 30% degli intervistati sceglierà di spendere da 500 a mille euro e un altro 30% da mille a 2 mila euro. Per il 2% il budget supererà i 5 mila euro.

Il viaggio dura in media poco più di una settimana, si parte soprattutto a luglio e ad agosto e si preferiscono le mete marine o le località d’arte. L’Italia rimane ancora la destinazione preferita, ma c’è chi sogna Spagna e Stati Uniti. Si parte in coppia o con la famiglia anche se il 10% viaggia solo. E nella prenotazione vince il web su tutto.

Sono linee generali abbastanza tradizionali, quelle che emergono dall’indagine dell’Osservatorio Compass, società di credito al consumo del Gruppo Mediobanca, diffusa oggi in occasione della Borsa internazionale del turismo in corso a Milano.

Viaggi fra nuove esperienze e relax

C’è però anche uno sguardo all’atteggiamento generale verso il viaggio, che dimostra di avere due anime di fondo: la volontà di fare nuove esperienze e quella di dedicarsi al relax. L’86% degli intervistati, infatti, individua nel viaggio un’occasione per andare fuori dall’ordinario. Allo stesso tempo è forte il desiderio di rilassarsi e riposarsi, motivazione indicata da quasi il 60% degli italiani.

Questo non significa che bisogna necessariamente andare dall’altra parte del mondo. Non è necessario, dice l’indagine Compass, allontanarsi di molto da casa per sentirsi in vacanza. Solo il 38% degli italiani ritiene che il «viaggio vero» sia quello in paesi lontani. Molto soggettiva è anche la scelta del compagno di viaggio. Il 26% ritiene che il viaggio migliore sia quello vissuto da solo, mentre quasi uno su due non ama sentirsi un viaggiatore solitario.

 

mare

 

Estate & mare, da tradizione

All’insegna della tradizione ci sono molte caratteristiche di viaggio. Se i mesi primaverili ed estivi sono i preferiti, gli italiani si confermano ancora una volta tradizionalisti, con il 38% che concentra le proprie vacanze equamente tra luglio e agosto. Solo il 4% preferisce sfruttare il mese di Natale per organizzare il viaggio più importante dell’anno.

Alla scelta se rimanere in Italia o andare all’estero, lo Stivale si conferma la meta preferita con sei italiani su dieci che rimarranno all’interno dei confini nazionali. Oltre un quarto (26%), invece, sta valutando di spostarsi in un Paese europeo, con la Spagna in cima ai desideri seguita da Grecia, Francia e Gran Bretagna. C’è anche il 14% che si sta orientando su mete lontane, come gli Stati Uniti.

Che sia Italia o estero, nella scelta vincono le mete marine (42%) o le località d’arte (31%), preferite rispetto alla montagna (11%) o alla crociera (8%). Gli italiani, infatti, tra le attività da fare durante il viaggio vorrebbero principalmente visitare musei, monumenti o mostre (45%) o rilassarsi al mare (40%). Oltre a visitare musei e monumenti, si segnala il 23% di italiani interessati a tour enogastronomici e il 29% che ama fare shopping.

Con chi si parte? In coppia con il proprio partner (56%) o con la famiglia (31%), ma c’è anche chi preferisce viaggiare con amici (14%) o da solo (10%).

Viaggi & credito al consumo

Interessante il dato sui viaggi nel mercato del credito al consumo. Secondo i dati diffusi da Compass i finanziamenti finalizzati all’acquisto di viaggi e vacanze «rappresentano ancora una voce decisamente residuale rispetto al mercato del credito al consumo». Si parla di 3,5 milioni di euro di importo erogato (per 1627 pratiche) e di un importo medio erogato di poco superiore ai 2100 euro.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)