viaggi in treno

Da aprile sulla Roma-Milano partiranno i treni covid free

Dovrebbe partire ad aprile l’esperienza dei treni Covid free. Sulla tratta Roma-Milano, chi salirà a bordo dovrà fare un tampone prima di partire. L’intenzione è quella di estendere poi l’iniziativa in vista dell’estate, realizzando treni Covid free verso le mete turistiche.

Ferrovie dello Stato ha annunciato qualche giorno fa il lancio dei treni Covid free, con una fase sperimentale che partirà sulla tratta dell’Alta velocità. I passeggeri dovranno recarsi in stazione un’ora prima e dovranno fare un tampone rapido prima di salire a bordo.

 

Mascherine gratuite

 

Treni Covid free sulla Roma-Milano e poi verso le mete turistiche

Ad annunciare la novità è stato Gianfranco Battisti, amministratore delegato e direttore generale del Gruppo Ferrovie dello Stato. I treni Covid free rientrano dunque fra le iniziative messe in campo da Trenitalia, insieme al treno sanitario e alla realizzazione di un polo vaccinale nella Stazione di Roma Termini.

«L’altra grande novità che annunciamo oggi (nei giorni scorsi, ndr) è il treno “Covid free”, che lanceremo ad inizio aprile: verranno effettuati tamponi ai passeggeri e al personale ferroviario, percorrerà come test iniziale la tratta Roma-Milano ma la nostra visione è più ampia e ci poniamo l’obiettivo di portarlo anche verso le mete turistiche estive».

 

Assoutenti: anche i treni dei pendolari devono diventare Covid free

L’idea piace ad Assoutenti che però chiede un’estensione a tutti i viaggiatori.

Bene dunque i treni Covid free, afferma l’associazione, ma «il servizio deve essere esteso a tutti i viaggiatori e anche ai pendolari, in modo da garantire la sicurezza a tutti gli utenti».

«Qualsiasi novità che vada in favore della salute e della sicurezza dei passeggeri è positiva, ma attenzione: non esistono passeggeri di serie B, e quello che viene garantito a chi viaggia sull’alta velocità deve essere assicurato anche agli altri viaggiatori – dice il presidente di Assoutenti, Furio Truzzi – Riteniamo che anche i treni quotidianamente utilizzati dai pendolari debbano diventare “Covid-free”, attraverso controlli e test su passeggeri e personale, e che per tutelare la salute degli utenti del servizio ferroviario sia indispensabile rafforzare misure di sicurezza e controlli anche nelle piccole stazioni, vigilando su assembramenti, uso delle mascherine e rispetto delle distanze tra viaggiatori».

Assoutenti chiede un incontro urgente a Ferrovie dello Stato per affrontare le richieste di sicurezza dei pendolari e aumentare la vigilanza nelle stazioni.

Scrive per noi

Sabrina Bergamini
Sabrina Bergamini
Giornalista professionista. Responsabile di redazione. Romana. Sono arrivata a Help Consumatori nel 2006 e da allora mi occupo soprattutto di consumi e consumatori, temi sociali e ambientali, minori, salute e privacy. Mi appassionano soprattutto i diritti e i diritti umani, il sociale e tutti quei temi che spesso finiscono a fondo pagina. Alla ricerca di una strada personale nel magico mondo del giornalismo ho collaborato come freelance con Reset DOC, La Nuova Ecologia, Il Riformista, IMGPress. Sono laureata con lode in Scienze della Comunicazione alla Sapienza con una tesi sul confronto di quattro quotidiani italiani durante la guerra del Kosovo e ho proseguito gli studi con un master su Immigrati e Rifugiati. Le cause perse sono il mio forte. Ho un libro nel cassetto che prima o poi finirò di scrivere. Hobby: narrativa contemporanea, fotografia, passeggiate al mare. Cucino poco ma buono.

Parliamone ;-)